/ CRONACA

CRONACA | 31 marzo 2020, 17:55

Sui valdostani in quarantena vigilano i custodi in divisa

RESTIAMO A CASA - Forze dell'ordine e Vigili del fuoco affiancano i sanitari nell'attività di monitoraggio delle situazioni maggiormente a rischio

L'intervento dei soccorritori in viale Conte Crotti

L'intervento dei soccorritori in viale Conte Crotti

Si moltiplicano le situazioni di disagio fra i valdostani a causa dell'isolamento imposto dalle norme per prevenire il contagio da Coronavirus, ma il monitoraggio da parte delle Forze dell'ordine e del personale sanitario è costante.

Ieri pomeriggio carabinieri, 118 e Vigili del fuoco sono intervenuti in un condominio in viale Conte Crotti ad Aosta dove un uomo, isolato in quarantena domiciliare da diversi giorni, ha manifestato segni di esaurimento nervoso affacciandosi dal balcone e urlando frasi sconnesse ai passanti. Preoccupati, i vicini hanno dato l'allarme: gli operatori sanitari e i carabinieri sono rimasti a lungo con l'aostano, riuscendo infine a calmarlo e a convincerlo a rientrare in casa. 

Sempre ieri, a Verres, un anziano con l'abitudine di allontanarsi da casa è stato 'recuperato' dai militari di una pattuglia delle Forze dell'ordine, avvertita che un pensionato piuttosto malfermo sulle gambe stava facendo la spola tra la farmacia e il centro commerciale senza però acquistare nulla.

"Voglio solo uscire da casa per fare quache passeggiata" ha candidamente ammesso l'anziano ai militari, che gli hanno spiegato l'importanza di dover restare a casa per evitare il contagio e conseguentemente diffonderlo ad altri. Poi, per scongiurare nuove improvvide 'fughe' da casa, hanno provveduto ad acquistare al pensionato i farmaci di cui necessita e la spesa settimanale al supermercato.

p.g.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore