/ FEDE E RELIGIONI

FEDE E RELIGIONI | 01 ottobre 2022, 18:00

Almanach de dimanche 2 octobre ss Anges gardiens

Camminate con semplicità nella via del Signore e non tormentate il vostro spirito. Bisogna che odiate i vostri difetti ma con odio tranquillo e non già fastidioso ed inquieto; fa d'uopo avere con essi pazienza e ritrarne vantaggio mediante un santo abbassamento. In difetto di tal pazienza, mie buone figliuole, le vostre imperfezioni, invece di scemare, crescono sempre più, non essendovi cosa che nutra tanto i nostri difetti quanto l'inquietudine e la sollecitudine di volerli allontanare. (San Padre Pio da Pietrelcina)

Almanach de dimanche 2 octobre ss Anges gardiens

AGENDA DEL VESCOVO DI AOSTA MONS. FRANCO LOVIGNANA

Domenica 2 ottobre
Chiesa parrocchiale di Valtournenche - ore 10.00
S. Cresime

Casa delle opere della Cattedrale - pomeriggio
Incontro con le realtà caritative ecclesiali
seguito dalla S. Messa in Cattedrale alle ore 18.00

Lunedì 3 ottobre
Seminario - ore 18.00
Riunione del Consiglio pastorale diocesano

Mercoledì 5 ottobre - giovedì 6 ottobre
Seminario
Riunione della Conferenza Episcopale Piemontese

Venerdì 7 ottobre
Aosta, Cinéma Théâtre de la Ville - ore 20.45
1° incontro della rassegna "Testimoni dell'essenziale"
Charles de Foucauld a cura di Mons. Giuseppe Anfossi

Sabato 8 ottobre
Cattedrale - Pont Suaz - ore 6.00
Pellegrinaggio mensile a N.-D. de Pitié

Chiesa parrocchiale di Saint-Martin in Aosta - ore 15.00
S. Cresime

Domenica 9 ottobre
Chiesa parrocchiale di Pré-Saint-Didier - ore 10.30
S. Cresime per le parrocchie di Pré-Saint-Didier e La Thuile

Seminario - ore 17.00
Mandato catechistico

Lunedì 10 ottobre
Torino, Palazzo Reale - mattino e pomeriggio
Partecipazione alla giornata nazionale 2022
Ufficio nazionale beni culturali ecclesiastici e edilizia di culto

Priorato di Saint-Pierre - ore 20.30
Incontro Zona 1 dedicato alla nuova organizzazione territoriale della diocesi

Martedì 11 ottobre
Vescovado e Seminario - ore 16.00
Incontro con i Sindaci della Valle d'Aosta

Mercoledì 12 ottobre
Saint-Oyen, Monastero Regina Pacis - ore 11.00
S. Messa per il 20° Anniversario di Fondazione

Curia Vescovile - ore 18.00
Riunione gruppo di lavoro "San Bernardo 2023"

Giovedì 13 ottobre
Vescovado - mattino
udienze

Oratorio di Saint-Vincent - ore 20.30
Incontro Zona 4 dedicato alla nuova organizzazione territoriale della diocesi

Venerdì 14 ottobre
Vescovado - mattino
udienze

Aosta, Cinéma Théâtre de la Ville - ore 20.45
2° incontro della rassegna "Testimoni dell'essenziale"
Madre Rosetta Marchese a cura di Sr Francesca Caggiano fma

LE MESSAGER RICORDA Thérèse saint Rhemy

La Chiesa celebra  Santi Angeli Custodi

Nella storia della salvezza, Dio affida agli Angeli l'incarico di proteggere i patriarchi, i suoi servi e tutto il popolo eletto. Pietro in carcere viene liberato dal suo Angelo. Gesù a difesa dei piccoli dice che i loro Angeli vedono sempre il volto del Padre che sta nei Cieli.

Figure celesti presenti nell'universo religioso e culturale della Bibbia - così come di molte religioni antiche - e quasi sempre rappresentati come esseri alati (in quanto forza mediatrice tra Dio e la Terra), gli angeli trovano l'origine del proprio nome nel vocabolo greco anghelos =messaggero. Non a caso, nel linguaggio biblico, il termine indica una persona inviata per svolgere un incarico, una missione. Ed è proprio con questo significato che la parola ricorre circa 175 volte nel Nuovo Testamento e 300 nell'Antico Testamento, che ne individua anche la funzione di milizia celeste, suddivisa in 9 gerarchie: Cherubini, Serafini, Troni, Dominazioni, Potestà, Virtù celesti, Principati, Arcangeli, Angeli. Oggi il tema degli Angeli, quasi scomparso dai sermoni liturgici, riecheggia stranamente nei pulpiti dei media in versione new age, nei film e addirittura negli spot pubblicitari, che hanno voluto recepirne esclusivamente l'aspetto estetico e formale.

ll sole sorge alle ore 7,24 e tramonta alle ore 18,48.

“La pace non è soltanto assenza di guerra, ma una condizione generale nella quale la persona umana è in armonia con sé stessa, in armonia con la natura e in armonia con gli altri. Tuttavia, far tacere le armi e spegnere i focolai di guerra rimane la condizione inevitabile per dare inizio ad un cammino che porta al raggiungimento della pace nei suoi differenti aspetti.”” (Papa Francesco)

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore