/ Informazione economica e aziendale

Informazione economica e aziendale | 14 maggio 2022, 07:00

Corsi di trading: ecco i migliori del momento per imparare a investire oggi

Da qualche anno a questa parte, il fenomeno del trading online sta vivendo una crescita semplicemente straordinaria: il numero di broker certificati sta aumentando a dismisura e lo stesso vale per il numero di investitori e investitrici, equamente distribuiti in praticamente tutto il mondo.

Corsi di trading: ecco i migliori del momento per imparare a investire oggi

Da qualche anno a questa parte, il fenomeno del trading online sta vivendo una crescita semplicemente straordinaria: il numero di broker certificati sta aumentando a dismisura e lo stesso vale per il numero di investitori e investitrici, equamente distribuiti in praticamente tutto il mondo. Le ragioni dietro a questo successo sono diverse, ma senza ombra di dubbio la tecnologia ha giocato un ruolo chiave nell’esplosione delle negoziazioni digitali. Al giorno d’oggi infatti, a fare trading, è sufficiente avere una connessione a internet a cui collegare un dispositivo a scelta: va bene un computer, così come vanno bene un tablet e persino un semplice smartphone.

Un altro motivo che aiuta a capire come mai così tante persone decidano di iniziare a investire è la disponibilità di materiale formativo e informativo. In questo momento storico, infatti, in rete è possibile trovare molte notizie a tema finanziario: articoli, approfondimenti, corsi, video-corsi, ebook dedicati. Ad esempio, i corsi di trading online sono sicuramente una risorsa particolarmente valida soprattutto per i giovani investitori che stanno muovendo i primi passi verso il mondo delle negoziazioni digitali e devono acquisire le nozioni di base per poter sfruttare al meglio le opportunità che i mercati finanziari offrono. Esistono diverse tipologie di corsi pensati per utenti con livelli di esperienza e competenza diversi tra loro: da una parte ci sono quelli dedicati ai trader alle prime armi, dall’altra quelli realizzati appositamente per i professionisti più esperti. 

Perché scegliere un corso gratuito

Prima di entrare nel merito dei migliori corsi per imparare il trading online, è opportuno soffermarsi su un tema già accennato nel capoverso precedente: quello della loro gratuità. Molte persone infatti potrebbero istintivamente storcere il naso: d’altronde capita spesso che il materiale a pagamento sia quello di maggiore qualità. Il trading però rappresenta un’eccezione, per una ragione molto chiara: spesso questi corsi vengono erogati direttamente dai broker online e dalle piattaforme finanziarie. In entrambi i casi, queste realtà guadagnano sulla base del volume di affari chiusi al loro interno.

Quindi i broker sono i primi interessati a formare investitori sempre più preparati e sempre più performanti. Ecco dunque spiegato come mai tanti corsi di trading di assoluta qualità vengano erogati gratuitamente. A ben vedere, si tratta di una specie di investimento: una scommessa sui trader di domani, che, con la loro abilità, porteranno guadagno anche alla piattaforma che li ha formati. 

Come scegliere un corso

Come già anticipato in precedenza, per scegliere il miglior corso di trading online bisogna innanzitutto partire dal proprio personalissimo profilo. Un trader senza esperienza nel settore potrebbe infatti prediligere un corso basico, in maniera tale da assimilare i primi strumenti fondamentali per investire in maniera consapevole. Al contrario, un utente già professionalizzato, andrà quasi sicuramente alla ricerca di corsi mirati: corsi dedicati ai singoli asset e/o ai singoli mercati; corsi pensati per insegnare strategie e tecniche di analisi sempre più complesse. Si pensi in tal senso a tutti i corsi espressamente dedicati al Forex: il mercato di valute più grande e più ricco del mondo, che ogni giorno fa registrare una compravendita da oltre 4 miliardi di dollari. Si pensi ai corsi dedicati alle criptovalute: uno degli asset più desiderati del momento. E, ancora, si pensi ai corsi dedicati a strumenti finanziari specifici, come ad esempio i CFD: i Contratti Per Differenza che permettono di investire su determinati asset senza doversi impegnare nella loro compravendita diretta. 

Come scegliere un broker

Nel caso in cui il corso scelto fosse legato direttamente a un broker, sarà utile aggiungere qualche altro elemento di riflessione. I broker infatti si distinguono non soltanto in base all’offerta di asset e all’offerta formativa. Esistono anche delle caratteristiche ulteriori, come, ad esempio, le condizioni di utilizzo e le modalità operative.

Le condizioni di utilizzo possono riguardare la possibilità di effettuare operazioni a costo zero. Tra le modalità operative più in voga vale invece la pena di citare per lo meno il “Conto Demo”. 

Richy Garino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore