/ Strasburgo-Aosta

Strasburgo-Aosta | 13 ottobre 2023, 18:03

Due giovani imprenditori valdostani alla « Grande Rencontre des jeunes Entrepreneurs du monde Francophone »

Nell'ambito delle attività dell'Association Internationale des Régions Francophones (AIRF), due giovani imprenditori valdostani, Sara Manganone e André Bétemps, sono stati selezionati, in collaborazione con la Chambre valdôtaine des entreprises et des activités libérales, per partecipare alla quarta Grande Rencontre des jeunes Entrepreneurs du monde Francophone

Due giovani imprenditori valdostani alla « Grande Rencontre des jeunes Entrepreneurs du monde Francophone »

L’evento, che ha avuto luogo a Lione dall’8 al 12 ottobre scorsi, è stato organizzato dall'Ufficio Franco-Québécois della Gioventù (OFQJ) in collaborazione con il Bureau dell’AIRF, di cui la Regione Valle d'Aosta è entrata a far parte da quest’anno nell’ottica di rafforzare la cooperazione con il mondo francofono. Il tema chiave degli interventi, dei workshop e delle tavole rotonde è stato quello dell'imprenditorialità sostenibile e responsabile.

La partecipazione dei due giovani imprenditori – dichiara l’Assessore Luciano Caveri - è stata la dimostrazione che coltivare le relazioni tra la Valle d’Aosta e il mondo francofono permette di conoscere e partecipare ad iniziative utili e arricchenti, come quelle di scambio di buone pratiche, che aprono lo sguardo sul mondo”.

Per Sara Manganone dell’azienda vitivinicola Chateau Vieux di Pont-Saint-Martin “l’esperienza è stata molto interessante sia da un punto di vista personale che imprenditoriale. È stato incredibile vedere quanti aspetti ho in comune con giovani imprenditori di paesi così lontani come il Madagascar o il Quebec: è proprio vero che tutto il mondo è paese”, mentre André Bétemps dell'azienda orticola Madame Escargot di Aosta ritiene che “la partecipazione al GREF mi ha permesso di arricchire il mio bagaglio culturale e imprenditoriale grazie alla condivisione con altri giovani provenienti da diversi paesi francofoni”.

La struttura dell’Amministrazione regionale che ha fatto da tramite per veicolare le candidature e facilitare l’organizzazione della trasferta, i cui costi sono stati a carico delle due organizzazioni ospitanti, è stata l’Ufficio di Rappresentanza a Bruxelles.

redix

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore