/ TURISMO VALLE D'AOSTA

TURISMO VALLE D'AOSTA | 22 ottobre 2021, 11:02

Albergatori valdostani soddisfatti per nuove misure anticrisi nel settore turismo

Sarà attivato un contributo straordinario una tantum a parziale e forfettario ristoro dei costi legati agli immobili strumentali

Albergatori valdostani in assemblea (immagine di repertorio)

Albergatori valdostani in assemblea (immagine di repertorio)

Gli albergatori valdostani associati all'Associazione regionale di categoria Adava esprimono soddisfazione per l'approvazione, da parte della Giunta regionale, del disegno di legge che integra il primo pacchetto di aiuti anticrisi previsti dalla Legge regionale 15 del 16 giugno 2021.

Il provvedimento ha destinato la parte più consistente, ovvero 11 milioni di euro, alle imprese turistiche valdostane (sostanzialmente tutte le imprese del settore ricettivo e ristorativo) attraverso l’istituzione di un contributo straordinario una tantum a parziale e forfettario ristoro dei costi legati agli immobili strumentali. Il contributo è determinato in misura pari al 3,8 per mille del valore catastale del fabbricato rilevante a fini Imu, con importi che vanno dai 2 mila ai 10 mila euro per singola impresa.

“Fruttoso – commenta il presidente Adava, Filippo Gérard (nella foto) – l'incontro di ieri pomeriggio con l’assessore  regionale al Turismo, Jean-Pierre Guichardaz e con il l’assessore allo Sviluppo economico, Luigi Bertschy che, in rappresentanza della Giunta regionale, hanno presentato il provvedimento. A nome della categoria voglio innanzitutto esprimere un ringraziamento per l’attenzione dedicata al nostro settore (ormai da tutti riconosciuto come fondamentale per l’economia della nostra regione), ma soprattutto voglio manifestare la nostra soddisfazione per questa nuova iniziativa che, insieme agli altri contributi previsti dalla legge regionale rappresenta una boccata di ossigeno e il miglior modo per affrontare con maggiore serenità l’ormai prossimo avvio della stagione invernale”. 

“E’ altrettanto importante sottolineare – continua Gérard – come, dal confronto avuto ieri con l’assessore Guichardaz e l’assessore Bertschy, sia emersa la disponibilità dei nostri interlocutori istituzionali a consolidare il dialogo e la collaborazione messa in atto in questi mesi con i rappresentanti del mondo imprenditoriale e come la pandemia, paradossalmente, abbia rappresentato un’occasione per maturare ancor più la consapevolezza che solo attraverso una stretta sinergia tra pubblico e privato si possano raggiungere risultati concreti nell’interesse dell’intera comunità valdostana”.

red. eco.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore