/ Block Notes

In Breve

domenica 05 dicembre
lunedì 29 novembre
E SE FOSSE AMATO?
(h. 08:54)
lunedì 22 novembre
domenica 14 novembre
sabato 06 novembre
domenica 31 ottobre
domenica 24 ottobre
domenica 17 ottobre
domenica 10 ottobre

Block Notes | 11 luglio 2021, 12:00

UN OMAGGIO

Block Notes è una rubrica settimanale promossa dall’associazione Comunque Valdostani con l’obiettivo di avvicinare i Cittadini al Palazzo e aprire il Palazzo ai Cittadini. L’Associazione Comunque Valdostani ringrazia il Sindaco di Aosta, Gianni Nuti, che con entusiasmo ha aderito alla proposta

UN OMAGGIO

Secondo me, un personaggio pubblico fa e dice con uno stile pacifico, un modo accogliente, gentile per neutralizzare conflitti, favorire al meglio le conciliazioni tra persone diverse.   Secondo me, un personaggio pubblico considera il suo agire come un’occasione per incarnare virtù, potenziarle, farne dono perché siano utili al progresso, che sarà pure provvisorio e ondivago, ma incoraggia ogni forma vitale a vivere ancora; d’altro canto, s’impegna ogni giorno a confinare i propri vizi, riducendone al minimo l’impatto sul mondo intorno oltre che su se stessi.

Secondo me, un personaggio pubblico difende la sua sfera privata con forza, considerandola un tesoro prezioso, custodendola in uno scrigno sigillato e nascosto.   Secondo me, un personaggio pubblico anticipa i tempi, non cavalca un’onda ma la suscita, solcando le acque per primo: e non lo fa per guadagnare consenso e autoesaltarsi, ma perché ci crede e ha coraggio.

Così, nel modo più discreto e implicito possibile, contribuisce a smantellare credenze, superstizioni, idee di natura e d'umanità che l’uomo stesso s’inventa e racconta per paura di ciò che non conosce producendo dolori inutili, assecondando discriminazioni, alimentando giudizi severi e infondati, sputando sentenze implacabili di condanna, mettendo alla gogna e pure godendoci un po’…

Secondo me, un personaggio pubblico studia molto e in molti modi non per esibire dottrina, ma per affinare nel tempo un codice così semplice e insieme tanto intenso da riuscire a parlare con tutti, a raggiungere il cuore di ciascuno.   Secondo me, un personaggio pubblico deve cercare di compiere ogni gesto, da un saluto a una danza, non solo con efficacia, ma anche con un senso innato e insieme pensato del bello, con la capacità di avere e diffondere grazia.

Secondo me, un personaggio pubblico deve seminare sorrisi, deve alleggerire il peso della vita ridendo quanto più possibile, in modo contagioso: una cura sottile, ma forte e ficcante come acqua di fiume sui sassi.

Mi piacerebbe parlare di un politico in questo modo: ne avremmo molto bisogno… invece parlo di Raffaella Carrà.

Parlo, contro la spocchia dell’intellettuale snob, di una donna che ha espresso e costruito insieme ai suoi collaboratori una cultura pop piena di idee politiche sulla coesistenza, sul bisogno di ritrovare legami perduti, sulla sete di fiducia universale da rafforzare con atti semplici ma credibili, sul modo di dare una coreografia a gesti quotidiani per effondere un erotismo vitale mai volgare, mai violento, espressione di puro desiderio di avere contatti d’affetto con gli altri.

Parlo di una persona che ha trasformato le sue povertà, le privazioni, le rinunce in offerta, in progettualità rigorose, in alta professionalità, in una forma poetica lasciando solo dietro agli occhi una vena di malinconia che dà autenticità alla sua allegrezza.

E la sua influenza sottile è stata per me così grande da indurmi a cercare una compagna di vita che avesse il suo sguardo aperto, il suo sorriso ampio, la sua risata irresistibile, il suo acume scanzonato e diretto per potermene innamorare.

Sarebbe bello emulare anche il resto.

Gianni Nuti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore