/ Speciale Saison Culturelle

Speciale Saison Culturelle | 23 giugno 2021, 14:28

Saison Culturelle cinema: le rêve, la lumière, la vie

L’Assessorato del Turismo, Sport, Commercio, Agricoltura e Beni culturali della Regione Autonoma Valle d’Aosta comunica la ripresa dalle proiezioni dei film programmati nella sezione CINEMA della Saison Culturelle 2019/2020 nei mesi di giugno-luglio-agosto 2021, presso il Cinéma Théâtre de la Ville di Aosta

Saison Culturelle cinema:  le rêve, la lumière, la vie

L’Assessorato del Turismo, Sport, Commercio, Agricoltura e Beni culturali della Regione Autonoma Valle d’Aosta comunica la ripresa dalle proiezioni dei film programmati nella sezione CINEMA della Saison Culturelle 2019/2020 nei mesi di giugno-luglio-agosto 2021, presso il Cinéma  Théâtre de la Ville di Aosta.

Ogni film sarà proiettato 3 volte nell’arco di una sola giornata nei seguenti orari: 16, 18.45 – 21.30, a partire da martedì 29 giugno 2021.

Si ricorda che per effetto del protrarsi dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 restano validi i soli abbonamenti nominativi della sezione “Cinema” mentre sono stati annullati tutti gli altri abbonamenti, compresi i “Pleine Saison”, con riferimento sia alla sezione spettacoli sia alla sezione cinema.

Si invitano gli spettatori a leggere, prima di recarsi al cinema, il Regolamento di accesso e prenotazione cinema , scaricabile sul sito regionale www.regione.vda.it al link https://www.regione.vda.it/<wbr></wbr>cultura/eventi_spettacoli/<wbr></wbr>saison_culturelle/default_i.<wbr></wbr>aspx

Si ricorda in particolare che il cinema aprirà 30 minuti prima delle proiezioni, e che gli spettatori devono presentarsi muniti di un documento di identità valido e con la mascherina almeno chirurgica (con divieto di usare mascherine di comunità) che deve essere indossata per tutto il tempo di permanenza all’interno del cinema e durante la proiezione.

A seguire le informazioni relative alla prenotazione dei posti per gli abbonati e le modalità di acquisto dei biglietti.

Informazioni per abbonamenti e biglietti

Gli abbonati, in ottemperanza alle ormai note prescrizioni anti Covid-19 nonché in considerazione del ridotto numero di accessi consentiti, devono obbligatoriamente prenotare il proprio posto, entro le ore 12.00 di ogni lunedì, telefonando dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle 14.00 alle 16.00 al numero 335/5210898.

Per gli abbonati sono prenotabili 45 ingressi ad ogni proiezione (16:00 – 18:45 – 21:30).

I posti non riservati entro le ore 12.00 di ogni lunedì antecedente le giornate di proiezione saranno prenotabili telefonando al numero 335/5210898 oppure acquistabili al botteghino del Cinema il giorno della proiezione.

 

Programma di giugno-luglio-agosto 2021

 

MARTEDÍ 29 GIUGNO 2021 ore 16 - 18.45 - 21.30

Un divano a Tunisi di Manele Labidi

con Golshifteh Farahani, Majd Mastoura, Hichem Yacoubi

Tunisia, Francia - 88 min

Selma Derwich è una trentacinquenne psicanalista, indipendente, cresciuta insieme al padre a Parigi, Decide di aprire uno studio nella sua città d'origine, Tunisi. Ottimista sulla missione, ascoltare i suoi connazionali all'indomani della rivoluzione, Selma si scontra con un ambiente per nulla favorevole. La donna si imbatte in pregiudizi, caos e ignoranza. In una Tunisi post Primavera araba, la regista franco-tunisina mette in scena le resistenze di una società, per molti aspetti moderna, che ancora emergono sul ruolo della donna.

Festival di Venezia 2019 - Premio del pubblico

MERCOLEDÍ 30 GIUGNO 2021 ore 16 - 18.45 - 21.30

Non conosci Papicha di Mounia Meddour Gens

con Lyna Khoudri, Shirine Boutella, Amira Hilda Douaouda

Francia 2019 – 105 min

Nel 1997, Nedjma è una studentessa universitaria che sogna di fare la stilista. Al calar della notte, vende le sue creazioni alle “papicha”, giovani ragazze algerine. Il fondamentalismo religioso con i suoi dettami primitivi vieta l'emancipazione e getta il paese in uno stato di caos. Nedjma non si lascia scoraggiare dalla situazione politica e con altre studentesse decide di organizzare una sfilata, proponendosi come simbolo di una lotta per la libertà femminile. Un'opera delicata e potente sull’Algeria “libera” che non vuole essere annientata da una società che fa dell’intimidazione e della morte la sua affermazione.

Cesar 2020 – Miglior opera prima e Miglior Attore Esordiente Lyna Khoudri

MARTEDÍ 6 LUGLIO 2021 ore 16 - 18.45 - 21.30

Crescendo #makemusicnotawar di Dror Zahavi

con Gotz Otto, Daniel Donskoy, Peter Simonischek

Germania 2019 – 102 min

Un celebre direttore d'orchestra, Eduard Sporck, accetta la proposta di costituire un'orchestra formata da giovani musicisti israeliani e palestinesi con l'obiettivo di realizzare un concerto. Inizia per lui una sfida che va oltre il raggiungimento della perfezione artistica. Divisi da un odio insanabile, i musicisti non riescono a fare squadra. I due più talentuosi musicisti, la palestinese Layla e l'israeliano Ron non si risparmiano attacchi. Una storia che cerca di abbattere i pregiudizi, usando la musica come metodo per unire i popoli.

Premio Cinema per la Pace 2020

MERCOLEDÍ 7 LUGLIO 2021 ore 16 - 18.45 - 21.30

Roubaix, une lumière di Arnaud Desplechin

con Roschdy Zem, Léa Seydoux, Sara Forestier

Francia 2019 – 119 min

La notte di Natale, il commissario Daoud prende servizio alla centrale di Roubaix. Louis, nuova recluta, osserva il suo commissario, che conosce il suo mestiere, che si fida del suo istinto e non giudica mai i suoi interlocutori. Un omicidio sordido sconvolge la città. Una vecchia signora è stata assassinata e i sospetti cadono sulle due vicine, Claude e Marie, giovani donne perdute. Daoud e Louis le interrogano decisi a venire a capo del delitto. Un poliziesco notturno dove Desplechin gioca con le luci fin dalle primissime immagini.

Cesar 2020 - Migliore attore a Roschdy Zem

MARTEDÍ 13 LUGLIO 2021 ore 16 - 18.45 - 21.30

I miserabili (Les misérables) di Ladj Ly (V.O. con sott. ita)

con Damien Bonnard e Alexis Manenti

Francia 2019 – 102 min

L'agente Ruiz si è trasferito a Montfermeil nella periferia di Parigi ed è entrato nella squadra mobile di polizia, assieme ai colleghi Chris e Gwada. Capisce fin da subito quanto la situazione tra le gang del quartiere sia tesa e fragile. Il furto di un cucciolo di leone da un circo innesca una caccia all'uomo che accende la miccia e mette tutti contro tutti. I miserabili è un dramma che dai tempi del romanzo di Hugo ha avuto una costante nella mancata risoluzione delle diseguaglianze tra esseri umani costretti a lottare per la propria sopravvivenza.

Festival di Cannes 2019 - Premio della giuria, Cesar 2020 - Miglior Film Francese e Goya 2020 - Miglior Film Europeo

MERCOLEDÍ 14 LUGLIO 2021 ore 16 - 18.45 - 21.30

Sorry We Missed You di Ken Loach

con Kris Hitchen, Debbie Honeywood, Rhys Stone

Gran Bretagna, Francia, Belgio 2019 – 100 min

Una coppia di Newcastle con due figli lavora duramente: Abby è una badante a domicilio e Ricky è un fattorino. Entrambi si rendono però conto che non potranno mai avere una casa di proprietà. Giunge quella che Ricky vede come l'occasione per realizzare i sogni familiari. Se Abby vende la sua auto sarà possibile acquistare un furgone che permetta a lui di diventare un trasportatore freelance con un incremento nei guadagni. Un film sulla precarietà del nostro tempo attraverso il racconto della disperazione di un uomo che viene spogliato di tutto, perché il lavoro gli ruba la vita.

MARTEDÍ 20 LUGLIO 2021 ore 16 - 18.45 - 21.30

Undine – Un amore per sempre di Christian Petzold

con Paula Beer, Franz Rogowski, Maryam Zaree

Germania, Francia 2020 – 90 min

Undine è una storica del Märkisches Museum di Berlino. Ai visitatori presenta lo sviluppo urbano della città mediante i plastici che la rappresentano, illustrando i suoi stadi evolutivi che l'hanno resa la capitale odierna. Johannes decide di lasciarla, nonostante lui abbia giurato di amarla per sempre. All'improvviso, nel bar del museo compare Christoph, ed è amore a prima vista. Questo nuovo amore permette alla donna di ricostruire se stessa, proprio come Berlino, la città che non si è mai spezzata. Ma quanto accaduto non può essere cancellato e Undine finisce per imbattersi in quel mito del folklore europeo che la rappresenta. L'ondina che è in lei deve uccidere chi l'ha tradita per poi poter tornare a nuotare libera tra le acque.

Festival di Berlino 2020 – Miglior attrice Paula Beer

MERCOLEDÍ 21 LUGLIO ore 16 - 18.45 - 21.30

Ema di Pablo Larraín

con Mariana Di Girolamo, Gael García Bernal

Cile 2019 – 107 min

Ema è una ragazza di Valparaiso, giovane ballerina, amante del reggaeton, che ha scelto di adottare un bambino colombiano insieme al suo compagno, coreografo della compagnia. Quando i due sono costretti a “restituirlo” ai servizi sociali, Ema non si dà pace e pensa a un piano per ottenere ciò che vuole. Ema è seduzione, perversione, danza e corpo, ma anche una vera e propria esperienza audiovisiva, dotata di immagini e suoni di grandissima presa emotiva ed estetica.

Festival di Venezia 2019 – Premio ARCA CinemaGiovani

MARTEDÍ 27 LUGLIO 2021 ore 16 - 18.45 - 21.30

Nel nome della terra di Edouard Bergeon (V.O. con sott. ita)

con Guillaume Canet, Veerle Baetens, Anthony Bajon, Rufus

Francia 2019 – 103 min

Pierre ha 25 anni. Torna dal Wyoming per trovare Claire, la sua fidanzata, e per gestire la fattoria di famiglia. Venti anni dopo, la fattoria si espande, così come la famiglia. Tutto sembra andare per il meglio, almeno all’inizio. Pierre è sommerso dai debiti che si accumulano e non riesce a sostenere i ritmi di lavoro in campagna. L’uomo è esausto e nonostante l’amore di sua moglie e dei suoi figli, le difficoltà, anche personali, aumentano. Edouard Bergeon ci lascia entrare nella sua memoria, ci racconta la storia di suo padre dalla giusta distanza con una storia di denuncia sociale, amore, lavoro, soddisfazione e distruzione.

MERCOLEDÍ 28 LUGLIO 2021 ore 16 - 18.45 - 21.30

Babyteeth – Tutti i colori di Milla di Shannon Murphy

con Eliza Scanlen, Michelle Lotters, Toby Wallace

Australia, USA 2019 – 118 min

La quindicenne Milla si vorrebbe buttare sotto la metropolitana quando davanti a lei arriva Moses, un ventenne che non ha una casa. Milla e Moses hanno una certa familiarità con la morte: lei è gravemente malata e lui è tossicodipendente. Entrambi provengono da famiglie borghesi che hanno diversi problemi. Tratto da una pièce di Rita Kalnejais, un'esordio che parla di malattia affrontandola come un inno alla vita.

Festival di Venezia 2019 – Miglior Attore Esordiente

MARTEDÍ 3 AGOSTO 2021 ore 16 -18.45 – 21.30

Corpus Christi di Jan Komasa

con Bartosz Bielenia, Eliza Rycembel, Aleksandra Konieczna

Polonia, Francia 2019 - 115 min

Ispirato a fatti realmente accaduti, il film racconta la storia di Daniel, un giovane pregiudicato che ha trovato la fede in riformatorio e vorrebbe diventare prete, ma non può a causa dei suoi precedenti penali. Trovato lavoro in una piccola città, vi arriva vestito da prete e viene scambiato per parroco. Daniel darà nuova vita non solo alla parrocchia ma anche a tutti gli abitanti del paese, aiutandoli a superare una recente tragedia. Una storia di redenzione che spiazza, ribalta le aspettative e ci mette davanti ai pregiudizi e alle ipocrisie della nostra società.

Festival di Venezia 2019 - Giornate degli Autori

MERCOLEDÍ 4 AGOSTO 2021 ore 16 – 18.45 - 21.30

Minari di Lee Isaac Chung

con Steven Yeun, Ye-ri Han, Yuh Jung Youn

USA 2020 – 115 min

Jacob è un agricoltore che negli anni ottanta porta via la sua famiglia da Los Angeles per avviare una fattoria in Arkansas. Sua moglie Monica è però stanca di vivere isolata in una casa mobile in mezzo al nulla e con pochi fondi. Il piccolo David e sua sorella sono annoiati e senza meta. La famiglia viene stravolta dall'arrivo improvviso della madre di Monica, l'eccentrica nonna Soonja, una donna incredibilmente forte. Un racconto classico e bucolico di poetica autenticità e ottimismo.

MARTEDÍ 10 AGOSTO 2021 ore 16 – 18.45 - 21.30

Palm Springs – Vivi come se ci fosse un domani di Max Barbakow

con Andy Samberg, Cristin Milioti, J.K. Simmons

USA 2020 – 90 min

Lo spensierato Nyles e la damigella d'onore Sarah si incontrano per la prima volta al matrimonio della sorella di lei, a Palm Springs. Nyles decide di salvare Sarah da una figuraccia, improvvisando al posto suo il discorso del brindisi. I due si ritrovano costretti a rivivere per sempre la giornata del 9 novembre e alla ricerca di una soluzione, che ponga fine al trascorrere per tutta la vita una giornata perfetta... Una commedia romantica che ritrae la generazione dei trentenni, che si sente perduta e che rifugge le responsabilità.

Sundance Film Festival 2020

MERCOLEDÍ 11 AGOSTO 2021 ore 16 – 18.45 – 21.30

In viaggio verso un sogno – The Peanut Butter Falcon di Tyler Nilson, Michael Schwartz

con Shia LaBeouf, Dakota Johnson

USA 2019 - 97 min

Zak ha 22 anni e vive in una casa di cura per anziani ed è affetto dalla sindrome di Down. Quando finalmente il ragazzo riesce a darsi alla fuga, il destino lo mette sul cammino di Tyler, pescatore di granchi inseguito da un compratore a cui deve dei soldi. Brusco e tormentato, Tyler si prende cura di Zak e decide di portarlo con sé nel suo viaggio verso la Florida, facendo tappa alla scuola di wrestling dove Zak spera di incontrare il suo idolo Salt Water Redneck. Un road movie e racconto di formazione commovente che ci permette un po' di sognare...

GIOVEDÍ 12 AGOSTO 2021 ore 16 – 18.45 – 21.30

Estate '85 di François Ozon

con Félix Lefebvre, Benjamin Voisin, Valeria Brun Tedeschi

Francia 2020, 100 min

Ambientato nell'estate del 1985 in Normandia, seguiamo la vicenda del sedicenne Alexis, un giovane chiuso in se stesso e con fisso nella mente il pensiero della morte. Un giorno il ragazzo decide di uscire in mare, ma l'imbarcazione su cui viaggia si rovescia e Alexis rischia di annegare, quando David, di 18 anni, lo salva. Alexis inizia a trascorrere tutte le sue giornate insieme a David e tra i due nasce una profonda amicizia, che sembra diventare qualcosa di più... Una storia sentimentale adolescenziale che nasconde un animo scuro.

Roma Film Festival 2020 – Premio del Pubblico

La Saison Culturelle 2019/2020 è realizzata col patrocinio della Fondazione CRT Cassa di Risparmio di Torino.

ascova

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore