/ Speciale Saison Culturelle

Speciale Saison Culturelle | 05 giugno 2021, 18:30

Alla Saison L’arte di accomodare

Con l’ensemble l’Extrarmonica formato da Giorgio Dellarole (fisarmonica), Alessandro Ciccolini (violino), Enrico Contini (violoncello) e Francesco Baroni (clavicembalo). Si tratta di quattro musicisti, docenti presso il Conservatorio “A. Boito” di Parma, che, con i rispettivi strumenti, si sono votati allo studio della prassi esecutiva, delle maniere proprie e del linguaggio con cui riproporre al meglio le composizioni barocche

Alla Saison L’arte di accomodare

L’Assessorato dei Beni culturali, Turismo, Sport e Commercio propone, nell’ambito della Saison Culturelle, lunedì 7 giugno 2021 alle ore 18.30, al Teatro Splendor di Aosta, il concerto L’arte di accomodare. L’appuntamento, tenuto conto delle misure anticovid vigenti, prevede il pubblico in sala, e sarà anche visibile in diretta streaming, gratuitamente, alle ore 18.30 di lunedì 7 giugno 2021 e on demand, fino al 11 giugno 2021, sul sito www.bobine.tv

La pratica di ‘accomodare’ o di ‘appropriare’ fa riferimento alla diffusa abitudine dei compositori barocchi di adattare la propria musica o i brani di altri musicisti ad uno strumento o ad un gruppo di strumenti diversi da quelli originariamente previsti.

L’utilizzo della fisarmonica, strumento novecentesco dalle forti radici popolari, in un ensemble di strumenti antichi non è quindi una scelta estemporanea, ma rappresenta la riproposizione moderna di una consuetudine profondamente connaturata all’estetica settecentesca. L’opera è la protagonista e lo strumento, visto come un ‘mediatore’ moderno, diventa l’oggetto della sua realizzazione, rispettandone la natura musicale.

L’ensemble l’Extrarmonica è formato da Giorgio Dellarole (fisarmonica), Alessandro Ciccolini (violino), Enrico Contini (violoncello) e Francesco Baroni (clavicembalo). Si tratta di quattro musicisti, docenti presso il Conservatorio “A. Boito” di Parma, che, con i rispettivi strumenti, si sono votati allo studio della prassi esecutiva, delle maniere proprie e del linguaggio con cui riproporre al meglio le composizioni barocche. Il programma del concerto attraversa quasi un secolo di musica e valorizza la straordinaria duttilità della fisarmonica, che è presente in tutti i brani che verranno eseguiti e che assume di volta in volta il ruolo del secondo violino, della viola, del basso o del basso continuo.

Biglietto di sala 10,00 euro.

Si ricorda che i biglietti saranno in vendita esclusivamente sul sito www.ticketone.it e si potranno acquistare fino al giorno precedente lo spettacolo. L’acquisto è soggetto alla normativa che prevede l’obbligo della nominatività (nome, cognome, data di nascita) per ogni titolo emesso. La disponibilità dei posti è limitata, pertanto si potranno acquistare fino ad un massimo di 4 biglietti a persona. I posti eventualmente disponibili saranno messi in vendita, il giorno stesso dell’evento, al botteghino del teatro dalle ore 13:00 e fino ad un’ora prima dello spettacolo.

Si invitano gli spettatori a leggere, prima di recarsi a teatro, il Regolamento di accesso al Teatro Splendor, scaricabile sul sito regionale www.regione.vda.it al link https://www.regione.vda.it/<wbr></wbr>cultura/eventi_spettacoli/<wbr></wbr>saison_culturelle/default_i.<wbr></wbr>aspx

Si ricorda in particolare che il Teatro aprirà 30 minuti prima dello spettacolo, e che gli spettatori devono presentarsi muniti di un documento di identità valido e con la mascherina almeno chirurgica (con divieto di usare mascherine di comunità) che deve essere indossata per tutto il tempo di permanenza all’interno del Teatro e durante lo spettacolo.

Si ricorda che il programma completo della rassegna è scaricabile cliccando sul banner della Saison culturelle nella home page del sito della regione www.regione.vda.it.

La Saison Culturelle è realizzata col patrocinio della Fondazione CRT Cassa di Risparmio di Torino.

Info: www.regione.vda.it

Tel. 335 521 08 98

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore