/ L'arrière pensée

In Breve

domenica 13 giugno
lunedì 31 maggio
Risiko funiviario
(h. 08:00)
lunedì 24 maggio
lunedì 17 maggio
COMPAGNI, CHE FARE?
(h. 09:00)
mercoledì 12 maggio
lunedì 26 aprile
lunedì 19 aprile
martedì 06 aprile
lunedì 29 marzo

L'arrière pensée | 28 dicembre 2020, 08:00

Equilibri sospesi

Non c’è fatto o atto politico che non nasconda una arrière-pensée, anche e soprattutto chez-nous. Noi vediamo tante cose, noi sappiamo tante cose e qui cerchiamo di darvene una lettura critica e trasparente

Equilibri sospesi

Prima di Natale girava insistentemente la voce secondo cui si sarebbe quanto prima svolta una verifica di maggioranza per valutare i prossimi passi del Governo Lavevaz ovvero quanto accaduto nelle scorse settimane. Legge 11, Cime bianche, treni e comunicati stampa vari necessitano di una verifica puntuale e chiarificatrice in seno alla maggioranza di Governo. A dirlo non sono più soltanto gli stessi membri della compagine di Consiglio, bensì anche i dirigenti di partito le cui basi iniziano a sentirsi disorientate, non soltanto per effetto del Covid-19.

Ma su questa necessità incombe una (o più) incertezze. Pare che nelle prossime settimane arriveranno significative novità da altri Palazzi su cui è oggi dedicata la silenziosa attenzione di molti. Novità che potranno avere più o meno pesanti effetti sulla stabilità degli stessi partiti di maggioranza e sul futuro della masnada "autonomista”. Potrebbero anche esserci particolari prese di posizione da parte di elementi che oggi non hanno ancora detto nulla a fronte di quel che è accaduto prima di Natale. 

Insomma, qualcosa si muoverà nel mezzo dell’incertezza determinata dal Covid-19. In tutto questo però ci sono nomine da fare e risposte da dare alle categorie sociali che sono decisamente stufe di aspettare o sentirsi dare attenzione soltanto a parole. Cosa accadrà a parte dedicare le giornate alla scelta del modello di scrivania, di smartphone o la pretesa di avere un iPad bello e nuovo (eh sì, anche questo ha portato a qualche assessore Babba Regione).

Una cosa è certa, quanto accadrà necessiterà di una presa di posizione forte da parte del Re-bambino che oggi rifugge ogni parola in merito a quanto accaduto, lui che riveste anche le funzioni prefettizie come il ruolo di Presidente (seppur formalmente sulla carta, ormai) del Mouvement. Oltre ai tweet, ai post e alle conferenze stampa dirà anche qualcosa in merito alle buste verdi, ai comunicati stampa (vere e proprie fughe in avanti) di certi suoi assessori e sul futuro di questa Regione? 

Père Joseph

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore