/ I consigli di nonna Luisa

I consigli di nonna Luisa | 02 dicembre 2020, 15:14

Leggere Messaggi WhatsApp di un Altro Numero: Trucchi e Soluzioni

Come leggere messaggi Whatsapp di un altro numero da remoto

Leggere Messaggi WhatsApp di un Altro Numero: Trucchi e Soluzioni

L’applicazione di messaggistica istantanea più usata al livello globale, WhatsApp ha oltre due miliardi di utenti nel mondo. Decine di milioni di messaggi vengono scambiati su WhatsApp ogni minuto.

Benché, in teoria, ogni messaggio inviato sia protetto dalla crittografia end-to-end e sigillato con una sorta di lucchetto digitale, esistono vari modi per spiare WhatsApp a distanza e accedere alle conversazioni altrui. In questa mini-guida illustreremo a titolo informativo quali sono i metodi più efficaci per leggere i messaggi WhatsApp di un altro numero da remoto.

Prima di procedere, però, è doveroso fare un’importante precisazione. Ottenere senza permesso l’accesso remoto al cellulare di un’altra persona per controllare le conversazioni su WhatsApp e analoghe piattaforme di instant messaging costituisce una grave violazione della privacy, un accesso abusivo a sistema informatico e un’interferenza illecita nella vita privata altrui, punibile ai sensi di legge.

Abbiamo realizzato questa guida a scopo puramente informativo, per metterti al corrente della possibilità di accedere alle chat altrui e illustrarti le modalità per farlo, ma non vogliamo in nessun modo esortarti a controllare senza autorizzazione il cellulare del partner, di un congiunto o di qualsiasi altra persona.

Detto questo, vediamo come spiare le chat WhatsApp a distanza.



Come spiare WhatsApp da remoto



Al giorno d’oggi la maggior parte dei dispositivi è protetta da invalicabili misure di sicurezza, come il blocco schermo tramite codice PIN, l’autenticazione biometrica integrata e il riconoscimento del viso e delle impronte digitali, rendendo impossibile accedere manualmente a WhatsApp per leggere le conversazioni altrui approfittando magari di un momento di distrazione in cui il telefono da monitorare viene lasciato incustodito.

Esistono altri metodi per spiare WhatsApp di un altro utente direttamente dal tuo telefono, senza dover accedere fisicamente al dispositivo da monitorare. Ne vediamo qui un’approfondita panoramica.



Come spiare messaggi WhatsApp con la versione desktop



WhatsApp Web è la versione browser dell’app di instant messaging di proprietà di Facebook, a cui è possibile accedere sia da smartphone che da PC. Indichiamo di seguito come spiare il profilo WhatsApp di un’altra persona con WhatsApp Web:

aprire Google Chrome da smartphone o computer;

accedere a web.whatsapp.com;

scansionare il QR Code;

prendere il device da monitorare;

accedere a WhatsApp;

selezionare la voce “Web WhatsApp”;

scansionare il QR Code con la fotocamera;

spuntare la voce “Resta Connesso”, per evitare di dover ripetere ogni volta la procedura.

Come puoi vedere, il procedimento per accedere alle conversazioni altrui è relativamente semplice e rapido. Una volta conclusa l’operazione, potrai leggere in tempo reale ogni singolo messaggio WhatsApp inviato e ricevuto. Affinché questo metodo sia efficace, però, occorre che il dispositivo da monitorare sia connesso a Internet.



Data recovery app per spiare WhatsApp



Con l’ausilio di un’app di data recovery è possibile ripristinare le conversazioni WhatsApp cancellate e tutti i relativi allegati ancora presenti nella memoria del telefono. I dati ottenuti possono poi essere salvati sul computer.

Si tratta di programmi, talvolta gratuiti, con cui è possibile scansionare qualsiasi tipo di unità e recuperare i file che sono stati cancellati. In questo caso, però, è doveroso precisare che la procedura non è propriamente rapidissima.

WhatsApp Recovery, ad esempio, è un software messo a punto specificatamente per recuperare i messaggi WhatsApp eliminati e relativi allegati, immagini, video, documenti e registrazioni audio con la scansione diretta della memoria del dispositivo.



Servizi di hacking



Per completezza d’informazione segnaliamo anche la possibilità di spiare WhatsApp avvalendosi del servizio di hacker qualificati, in grado di accedere a qualsiasi tipo di applicazione, profilo social, account di posta elettronica, sito web, telefono e database. 

Facendo una rapida ricerca online è possibile trovare vere e proprie équipe di hacker certificati in grado di spiare WhatsApp di un altro utente aggirando il sistema di cifratura end-to-end che, in teoria, dovrebbe permettere solo ai legittimi mittenti e destinatari di visualizzare il contenuto delle conversazioni.



Monitorare WhatsApp con mSpy



Il metodo più sicuro, affidabile ed efficace per monitorare le conversazioni WhatsApp altrui è ricorrere all’uso di appositi spyware, come mSpy, leader del settore degli strumenti di parental control.

Tra le migliori app per spiare WhatsApp, mSpy è stata progettata con il preciso scopo di permettere ai genitori o chi ne fa le veci di ottenere l’accesso remoto al telefono dei figli minorenni e tenere sotto controllo che cosa facciano sia on che offline al fine di tutelare la loro sicurezza.

Nello specifico, con l’app mSpy (da non confondere con mspyitaly) è possibile:

leggere le conversazioni sulle applicazioni di instant messaging, tra cui in primis WhatsApp ma anche Hangouts, Skype, Kik, Viber, WeChat, LINE e Telegram, incluse le chat segrete;

vedere quali app sono state scaricate;

monitorare le attività sui social media;

controllare l’attività su Tinder;

rilevare la posizione del dispositivo e seguire gli spostamenti in tempo reale;

vedere foto, video e file inviati e ricevuti;

accedere al registro delle chiamate;

controllare SMS e MMS ricevuti, inviati ed eliminati;

leggere i messaggi di posta elettronica;

controllare la cronologia di navigazione;

impedire l’accesso ai contenuti illegali o inadatti ai minori.

Come puoi vedere, il programma mSpy consente di effettuare un monitoraggio completo dell’attività telefonica e online, e di intervenire tempestivamente qualora si notassero attività sospette, come conversazioni sconvenienti con sconosciti su WhatsApp o messaggi provocatori, offensivi, minacciosi, ingiuriosi o sessualmente espliciti.

Vigilare sulle attività online dei figli minorenni al fine di proteggerli e salvaguardare la loro sicurezza rientra nei compiti educativi di ogni genitore. Questa è, infatti, l’unica situazione in cui è concesso il monitoraggio dell’attività telefonica altrui senza autorizzazione. Ottenere l’accesso remoto al telefono dei figli minori e spiare WhatsApp con un’app per il controllo parentale non rappresenta, infatti, una violazione della privacy, ma un’attività che ogni genitore dovrebbe fare per svolgere appieno il proprio dovere di controllo e vigilanza sui figli.

Inoltre, mSpy è un’app facile da usare. Una volta scelto il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze, riceverai un’e-mail con le credenziali per accedere al pannello di controllo e istruzioni dettagliate per installare il programma sui dispositivi. Un valido servizio di assistenza è disponibile 24 ore su 24 telefonicamente, via chat ed e-mail in quindici lingue, incluso l’italiano.








Ip

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore