/ Lutti

Lutti | 11 novembre 2020, 17:53

Morta l'olimpionica Giuliana Minuzzo, Chevalier de l’Autonomie

Il Governo della Regione autonoma Valle d’Aosta esprime il pofondo cordoglio per la morte di Giuliana Minuzzo, Chevalier de l’Autonomie nel 2012. Il cordoglio del Consiglio Valle

Giuliana Minuzzo premiata da Carlo Gobbo, pres. Panathlon

Giuliana Minuzzo premiata da Carlo Gobbo, pres. Panathlon

Il Governo della Regione autonoma Valle d’Aosta esprime il pofondo cordoglio per la morte di Giuliana Minuzzo, Chevalier de l’Autonomie nel 2012.

La Valle d’Aosta perde oggi una grande protagonista del mondo dello sci e della storia degli sport invernali– dichiara il Presidente Erik Lavevaz.

Giuliana Minuzzo è stata una grande sportiva, – aggiungono il Presidente Lavevaz e l’Assessore regionale allo Sport Jean-Pierre Guichardaz prima donna italiana a vincere una medaglia ai Giochi olimpici invernali, con il bronzo nella discesa libera femminile ai VI Giochi olimpici invernali di Oslo nel 1952, e prima donna della storia a pronunciare il giuramento olimpico ai successivi VII Giochi olimpici invernali di Cortina d'Ampezzo, nel 1956.

Una vita coronata di successi, celebrati dalla Valle d’Aosta nel 2012 con l’attribuzione dell’onorificenza di Chevalier de l’Autonomie. Un riconoscimento per aver portato nel mondo i colori della Valle d’Aosta.

Alla sua famiglia, le sentite condoglianz da parte mia personale, dell’Assessore allo Sport  - conclude il Presidente Lavevaz - e di tutta la Giunta regionale.

Il Presidente Alberto Bertin, a nome del Consiglio Valle, dell'Ufficio di Presidenza e a nome suo personale, esprime i sentimenti di commosso cordoglio per la scomparsa di Giuliana Minuzzo, Chevalier de l'Autonomie.

«La Valle d'Aosta piange oggi una prestigiosa protagonista dello sci e un'ambasciatrice dei valori dello sport - dice il Presidente Bertin -: una donna che ha profondamente amato la Valle e la sua Cervinia, impegnandosi per valorizzare e tramandare il patrimonio dello sci valdostano. Ci associamo al dolore della famiglia esprimendo le nostre più sentite condoglianze.»

red.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore