Consiglio Valle - 16 novembre 2023, 11:00

Il Consiglio Valle è convocato mercoledì 22 e giovedì 23 novembre

A partire dalle ore 9.00

Il Consiglio Valle è convocato mercoledì 22 e giovedì 23 novembre

Il Consiglio Valle è convocato in via ordinaria mercoledì 22 e giovedì 23 novembre 2023, a partire dalle ore 9, per discutere un ordine del giorno composto di 93 oggetti, di cui 56 rinviati da precedenti adunanze.

L'Assemblea sarà chiamata ad approvare l'atto di razionalizzazione periodica al 31 dicembre 2022 delle partecipazioni regionali, sui quali la seconda Commissione ha espresso parere favorevole a maggioranza il 23 ottobre.

All'esame dell'Aula figura anche un disegno di legge che modifica le norme in materia di servizi di trasporto pubblico di linea (legge regionale n. 29/1997) di cui è relatore il Consigliere Corrado Jordan e che ha ottenuto il parere favorevole a maggioranza della quarta Commissione nella seduta del 27 ottobre.

In merito all'attività ispettiva, saranno trattate tre interrogazioni a risposta immediata rinviate dalla precedente adunanza. La prima, presentata dal gruppo Progetto Civico Progressista chiede notizie su un'eventuale risposta da parte del Governo regionale al Comitato glaciologico italiano in merito alla Coppa del mondo Zermatt/Cervinia; la seconda, del gruppo Forza Italia, riguarda il finanziamento della legge "Aosta Capitale" nel progetto di bilancio di previsione 2024-2026; con la terza iniziativa, il gruppo Rassemblement Valdôtain interroga il Governo sugli indirizzi dati all'Azienda Usl per risolvere le criticità connesse agli esiti del report dell'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali.

Sono state inoltre depositate 31 interrogazioni, di cui due del gruppo Forza Italia: realizzazione del collegamento Pila/Platta de Grevon e sicurezza di alcuni attraversamenti delle piste da sci; valutazione sugli interventi appaltati dal Bim attraverso la società Services des eaux valdôtaines.

Il gruppo Lega Vallée d'Aoste ha depositato nove interrogazioni: tempistiche per l'indizione del concorso per il personale giornalistico da assegnare agli Uffici stampa del comparto unico regionale; aggiornamento del piano antincendio delle strutture dell'Autoporto e delle gallerie commerciali di Pollein; analisi delle potenziali ricadute della cessione del gruppo "Arriva" sul servizio di trasporto pubblico locale e sul personale dedicato; prestazioni fornite nel'ambito dei progetti di inclusione attiva del personale qualificato come "bracciante agricolo"; messa in sicurezza del manto stradale della strada regionale n. 26 tra Avise e Saint-Nicolas; mancanza di illuminazione di un tratto della strada regionale n. 6 a Champdepraz; esiti della verifica delle cause di incendio di un alloggio di edilizia residenziale pubblica di Aosta; stato dell'arte sulla creazione di un organismo per il miglioramento del clima organizzativo e del benessere degli operatori sanitari; conferma della scelta di esternalizzare il magazzino dell'ospedale Parini.

Il gruppo Misto con una interrogazione chiede informazioni sullo stato di attuazione del contributo per la realizzazione della Maison de la Montagne.

Sono undici le interrogazioni del gruppo Progetto Civico Progressista: direttive del Corecop in merito al trattamento giuridico ed economico delle posizioni di particolare responsabilità; interlocuzioni con i sindaci e il ministro competente per l'elezione del nuovo Presidente del Parco nazionale del Gran Paradiso; tempistiche di consegna del rapporto contenente i dati e le valutazioni sulla qualità dell'aria nei due versanti del tunnel del Monte Bianco; rinvio della presentazione del libro "Assalto alle Alpi" di Marco Albino Ferrari al Forte di Bard; possibili conseguenze sul servizio di trasporto pubblico locale e sul personale impiegato derivanti dalla cessione del gruppo "Arriva"; interlocuzioni con Cva per la definizione della politica tariffaria di Cva Energie per i prossimi anni; organizzazione di corsi di tessitura a carico della Regione a Champorcher e Donnas; attività dell'Osservatorio regionale dei rifiuti; progetti di studio della Fondazione montagna sicura sul ghiacciaio di Valtournenche; progetto di ampliamento dell'ospedale Parini ed esito della riunione del tavolo di confronto con il Comune di Aosta; eventuali licenziamenti da parte della Fondazione Ollignan.

Otto le interrogazioni del gruppo Rassemblement Valdôtain: interventi di recupero e valorizzazione sulle stazioni della linea ferroviaria valdostana e relativi immobili annessi; politiche adottate dall'Azienda Usl in materia di attività intramoenia e di pagamento degli straordinari a medici e infermieri; previsione di spazi di promozione di prodotti locali valdostani nell'ambito dell'evento "Cervino Speed Openig 2023"; attivazione del "Billia Club" da parte della Casinò de la Vallée Spa; stato dei confronti tra Casinò de la Vallée Spa e organizzazioni sindacali sugli accordi contrattuali successivi al periodo concordatario; coinvolgimento degli enti locali nel progetto "Sviluppo del sistema integrato 0-6"; innalzamento delle soglie minime per nuovi impianti vitivinicoli; riapertura all'utenza della piscina di Pré-Saint-Didier.

Delle 31 interpellanze, sei sono del gruppo Forza Italia: utilizzo della Sala Evolution della Casa da gioco di Saint-Vincent; approvazione dello studio tecnico-economico di approfondimento sull'ipotesi di realizzazione di un sistema tram-treno Aosta/Pré-Saint-Didier/Courmayeur; interventi di ristrutturazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica; iniziative per trovare un equilibrio per la somministrazione dei pasti nelle scuole di Aosta e delle Unités des Communes; estensione, anche agli aventi diritto sul libero mercato, dei fondi inerenti la morosità incolpevole; modifiche dell'atto aziendale dell'Usl Valle d'Aosta.

Il gruppo Lega Vallée d'Aoste ha proposto nove interpellanze: progetti di educazione affettiva e alla sessualità rivolti agli studenti delle scuole secondarie di primo grado; motivi dell'aumento del costo degli affitti degli alloggi di edilizia residenziale pubblica; iniziative per l'avvicinamento dei giovani alla componente volontaria del Corpo valdostano dei Vigili del fuoco; motivi dell'inserimento dell'identità di genere tra i servizi forniti dallo sportello di ascolto dell'Istituzione scolastica Lexert di Aosta; valutazioni sull'alto tasso di bocciatura nelle scuole valdostane; iniziative per gli studenti sulla Giornata del ricordo dei martiri delle foibe; bonifica dell'amianto e messa in sicurezza del sito di Emarèse; disapplicazione dell'Isee nei casi di accesso a trattamenti socio-riabilitativi di persone con disabilità; potenziamento dell'offerta turistica e promozionale lungo la via Francigena.

Il gruppo Misto ha depositato una interpellanza per conoscere gli interventi finalizzati a fronteggiare il fenomeno della dispersione scolastica in Valle d'Aosta.

Saranno trattate otto interpellanze del gruppo Progetto Civico Progressista: nuova designazione del Presidente di una società; situazione degli edifici delle istituzioni scolastiche; presentazione di progetti a valere sul Fondo asilo, migrazione e integrazione 2014-2020; lettera aperta sul futuro del vallone di Cime Bianche; riconoscimento delle posizioni di particolare responsabilità al personale delle istituzioni scolastiche e degli enti locali; rimozione del conflitto di interessi sul patrocinio legale conferito dalla Regione nei giudizi promossi dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri; stato dell'arte della ristrutturazione dell'Hôtel Stendhal di Bard; problematiche dell'apparecchio di risonanza magnetica e ritardi nell'erogazione delle prestazioni sanitarie.

Il gruppo Rassemblement Valdôtain illustrerà sette interpellanze: modifica delle politiche in materia di affidamento di servizi alla società in house Inva alla luce della deliberazione della Sezione regionale di controllo della Corte dei conti del giugno 2021; épreuves de langue française 2023-2024; motivo della manca comunicazione all'Ispra di una parte dei dati sulle compensazioni economiche dei danni da predazione; interventi di ripopolamento ittico per la stagione di pesca 2024 con particolare riferimento alla Dora Baltea; lavori di ristrutturazione degli alloggi dell'Arer in frazione Les Garines ad Issogne; delocalizzazione del Consultorio posto nella zona ovest dell'ex-maternità in altra sede decentrata; problematiche connesse all'erogazione di alcuni servizi presso il consultorio di Verrès.

All'ordine del giorno figurano anche 15 mozioni, di cui 14 rinviate dalle precedenti adunanze.

Sono tre le mozioni del gruppo Forza Italia: audizione in quinta Commissione in merito alla criticità del coordinamento regionale dell'Anpas; predisposizione di un piano di controllo e monitoraggio degli intonaci e controsoffitti delle strutture pubbliche aperte al pubblico; gratuità dell'esame sulle analisi del Dna per le residenti in Valle d'Aosta in stato di gravidanza.

Il gruppo Lega Vallée d'Aoste ha presentato tre mozioni: avvio di un percorso culturale e amministrativo che conduca alla dedicazione di Aosta quale "Capitale dell'Alpinità"; sensibilizzazione degli enti locali valdostani all'adesione al registro pubblico del Contrassegno unificato disabili europeo; creazione di un protocollo specifico e obbligatorio per la diagnosi di "disforia di genere" per il rilascio della "carriera alias" nelle istituzioni scolastiche.

Il gruppo Misto ha depositato una mozione per chiedere l'impegno a presentare una proposta di modifica della legge regionale 3/2004 in materia di interventi a favore dello sport.

Il gruppo Rassemblement Valdôtain illustrerà otto mozioni: impegno a promuovere, tra le proposte di modifica dello Statuto speciale, il riconoscimento e la tutela del francoprovenzale; organisation d'une séance  de la Commission compétente sur les questions de la ville d'Aoste et le Plan régional des transports; istanza per lo smantellamento dell'elettrodotto Creys-Malville/Rondissone e ripristino ambientale dei siti da esso attraversati; audizione in quinta Commissione dell'Assessore alla sanità su di una serie di temi collegati al Piano della salute e del benessere sociale 2022-2025; valorizzazione del progetto "Camminiamo insieme"; individuazione nel prossimo bilancio di risorse per le sponsorizzazioni sportive di atleti appartenenti alle categorie giovanili; mantenimento del sito www.valledaostasport.it oltre il 2023 per promuovere l'offerta turistico-sportiva regionale; realizzazione di un sentiero ufficiale per la salita al Mont Avic.

Infine, vi sono tre risoluzioni rinviate da precedenti adunanze, di cui una congiunta dei gruppi Lega VdA, RV, FI, Misto e PCP, e due dei gruppi di maggioranza FP-PD, AV-VdAU, SA, UV, PlA.

red. pol.

Ti potrebbero interessare anche:

SU