Consiglio Valle - 31 maggio 2023, 12:35

Il Consiglio è convocato in via ordinaria mercoledì 7 e giovedì 8 giugno

Il Consiglio è convocato in via ordinaria mercoledì 7 e giovedì 8 giugno

Il Consiglio Valle è convocato in via ordinaria mercoledì 7 e giovedì 8 giugno 2023, a partire dalle ore 9, per discutere un ordine del giorno composto di 85 oggetti, di cui 29 rinviati da precedenti adunanze.

In merito all'attività ispettiva, sono state presentate diciannove interrogazioni di cui cinque del gruppo Forza Italia: nuova viabilità decisa dall'Amministrazione comunale di Aosta; incarichi di consulenza affidati dal BIM per la gestione della rete idrica comunale e sovracomunale; prestazioni odontoiatriche erogate dall'Azienda USL; servizio di monitoraggio dei pazienti cardiologici; studio propedeutico sulle alternative progettuali per la realizzazione dell'ospedale di comunità di Verrès.

Il gruppo Lega Vallée d'Aoste ha depositato otto interrogazioni: evoluzione del possibile cambio di proprietà del castello di Introd; azioni di tutela della Torre del Lebbroso di Aosta; tempistiche di erogazione dei contributi per l'accesso alle misure di prevenzione dagli animali predatori al patrimonio zootecnico; divieto di fruizione del campetto di calcio del parco giochi Liliana Brivio di via Festaz ai bambini con più di dieci anni; questionario rivolto agli studenti universitari valdostani sul gradimento del servizio di trasporto per Torino e Milano; valutazioni sull'obsolescenza delle tariffe dei centri traumatologici; allacciamento alla rete di teleriscaldamento di due immobili di edilizia residenziale pubblica; vaccinazioni contro il virus Herpes zoster ("fuoco di Sant'Antonio").

Con due interrogazioni il gruppo Misto chiede informazioni sul ruolo tecnico-scientifico dei componenti l'Osservatorio regionale tecnico-politico sulla crisi idrica e sul Piano regionale della prevenzione.

Quattro le interrogazioni del gruppo Progetto Civico Progressista: azioni per sollecitare l'operatività della Commissione Paritetica; diffusione della fibra ottica sul territorio regionale; gestione degli interventi di soccorso; attività autorizzate di helibike.

Delle quarantatré interpellanzeotto sono del gruppo Forza Italia: nomina del Consiglio di amministrazione della Société Infrastructures Valdôtaines srl; modifiche al progetto "5000 Genomi per la Valle d'Aosta"; ricadute sul mercato del lavoro del documento "Alleanza per il lavoro di qualità"; contenimento dei costi del servizio di conferimento rifiuti urbani al Centro di Brissogne; riqualificazione del quartiere Cogne e fonti di finanziamento; nuova strategia regionale di sviluppo del Fascicolo sanitario elettronico; utilizzo del Palaindoor di Aosta da parte delle società sportive e considerazioni sul soggetto gestore; attivazione di campagne di sensibilizzazione degli operatori dell'informazione e dell'intermediazioni turistica.

Il gruppo Lega Vallée d'Aoste ha proposto ventitré interpellanze: interlocuzioni con la società RAV per la riattivazione del transito su entrambe le corsie nella galleria autostradale di Aymavilles; posizione del Governo regionale sul disegno di legge di attuazione dell'autonomia differenziata delle Regioni a Statuto ordinario; coordinamento fra le discipline nazionali e regionali in materia di equo compenso dei professionisti; scelta di non resistere in giudizio a difesa del requisito della residenza quinquennale per l'accesso ai mutui agevolati per la prima abitazione; realizzazione della sovranità politica della Valle d'Aosta e dell'autogoverno nel quadro di una Europa unita dei popoli; convocazione di un tavolo di confronto con i rappresentanti dei lavoratori della Società di Servizi Valle d'Aosta spa; partecipazione della Valle d'Aosta al Salone internazionale del Libro di Torino; intendimenti sull'organizzazione della "Notte dei Musei" edizione 2024; promozione delle mele Golden Delicious e Renetta riconosciute come prodotti alimentari tradizionali; aggiornamento dei criteri per la concessione dei contributi per la prevenzione dei danni provocati dagli animali predatori al patrimonio zootecnico; creazione di un centro unificato di ricerca scientifica previsto nel Documento di economia e finanza regionale 2021-2023; mancato aggiornamento sul sito internet della Regione dei report trimestrali dei controlli svolti sul servizio ferroviario; efficienza del servizio di esame per il conseguimento delle patenti per la guida di autobus; revisione del Programma strategico degli interventi per una ferrovia moderna e un efficiente sistema pubblico integrato dei trasporti; strategie per fronteggiare la chiusura per tre anni del tratto ferroviario Ivrea/Aosta; confronto con il Commissario nazionale o con la Cabina di regia per la crisi idrica sul decreto-legge per il contrasto della scarsità idrica e per il potenziamento e l'adeguamento delle infrastrutture idriche (n. 39/2023); edificazione di un'opera pubblica nell'area sportivo-ricreativa di Villefranche di Quart per l'organizzazione della "Rencontre des émigrés 2023"; ritardi degli interventi di riqualificazione del quartiere Cogne; messa in sicurezza della strada regionale n. 8 di La Magdeleine nel comune di Antey-Saint-André; controllo e manutenzione degli alvei dei torrenti della regione; gestione del servizio di ristorazione per degenti e dipendenti dell'Azienda USL; informativa agli enti gestori delle microcomunità sulla figura professionale del referente del servizio anziani e della sua incompatibilità con alcune cariche elettive; rinuncia della Regione al finanziamento PNRR destinato all'autonomia degli anziani non autosufficienti.

Il gruppo Misto illustrerà quattro interpellanze: crescita multidisciplinare in vista delle complesse sfide sanitarie e ambientali da affrontare; valorizzazione dei servizi sportivi; azioni per potenziare la pratica del ciclismo in un'ottica di crescita del turismo; revisione della legge regionale n. 3/2004 in materia di interventi a favore dello sport.

Saranno trattate anche otto interpellanze del gruppo Progetto Civico Progressista: collocazione dello studentato universitario e del CRAL Cogne; possibilità di trasformare su richiesta i contratti degli operatori di sostegno da tempo parziale a tempo pieno; predisposizione di un disegno di legge sulla multifunzionalità in agricoltura; conciliazione dei tempi di lavoro e di cura, in particolare delle donne e dei neo genitori; allargamento e prolungamento del sottopasso della stazione ferroviaria di Aosta; organizzazione dei nuclei RSA e UAP nella struttura di Variney; utilizzo di dispositivi di protezione delle vie respiratori nelle strutture non ospedaliere; accordo sindacale per la gestione del personale infermieristico e operatore socio-sanitario delle RSA e UAP.

All'ordine del giorno figurano anche 11 mozioni, di cui quattro rinviate dalle precedenti adunanze.

Sono otto le mozioni del gruppo Lega Vallée d'Aoste: intitolazione di una stele in ricordo di Antonio Sonatore; audizione in terza Commissione dell'Assessore competente in  merito alla visione politica sul processo di riconsiderazione del Piano territoriale paesistico; istituzione dell'Osservatorio regionale del turismo entro il 2023 e valutazione del relativo modello organizzativo da parte della Commissione competente; estensione del bonus docenti agli insegnanti precari e quelli delle scuole paritarie; proposta di declassare la specie Canis lupus e Ursus arctos da "particolarmente protette" a "protette"; relazione alla quarta Commissione sull'evoluzione dell'aumento del costo dell'energia e del gas in Valle; panchina viola nella città di Aosta quale simbolo di sensibilizzazione sulla sindrome fibromialgica; revisione della disciplina relativa alle manifestazioni sportive contenute nella legge regionale n. 3/2004.

Due sono le mozioni del gruppo Progetto Civico Progressista (audizione degli Assessori competenti e dei tecnici regionali per esaminare in terza Commissione il progetto "condominio dell'Arco d'Augusto"; approfondimenti sul progetto "The Stone" a Breuil-Cervinia e sull'utilizzo degli ampliamenti volumetrici consentiti dalla "legge casa") e una del gruppo Misto (modifica della delibera istitutiva dell'Osservatorio regionale tecnico-politico sulla crisi idrica).

Infine, vi sono sette risoluzioni rinviate da precedenti adunanze, di cui due del gruppo Lega Vallée d'Aosteuna del gruppo Mistouna congiunta dei gruppi Lega VdA, FI, Misto e PCP, una dei gruppi Lega VdA, Misto e FI e due dei gruppi di maggioranza FP-PD, AV-VdAU, SA, UV, PlA.

 

L'adunanza consiliare è aperta al pubblico ed altresì trasmessa sul sito del Consiglio regionale (www.consiglio.vda.it) e sul canale YouTube del Consiglio (www.youtube.it/user/consvda). È inoltre disponibile la nuova App ConsiglioValle.tv per smart TV LG e Samsung: consultare la sezione "Domande frequenti" sul sito www.consigliovalle.tv per le procedure di installazione e per gli aggiornamenti sulla disponibilità dell'App anche per altri marchi di televisore.

La tribuna stampa è accessibile ai giornalisti accreditati presso l'Ufficio stampa del Consiglio.  

SU