CRONACA - 12 agosto 2022, 11:00

Assicurazione auto online, attenzione ai siti Web fraudolenti

Solo nell'ultimo anno, Ivass ha scoperto oltre 219 siti truffa e il 5 agosto sono stati scoperti altri 14 siti

Assicurazione auto online, attenzione ai siti Web fraudolenti

I siti web fraudolenti sono ormai diventati un grosso problema nel settore assicurativo: c'è una vera e propria proliferazione di siti web fraudolenti, soprattutto nell'area delle assicurazioni auto online. Dal 2013 l'Autorità di vigilanza sulle assicurazioni IVASS è in grado di localizzare più di 870 (!!) siti di frode. 

Si parla di siti web o circuiti nei social network (Facebook, ecc.) attraverso i quali viene offerta una falsa assicurazione di responsabilità civile automobilistica. I siti attirano con offerte estremamente vantaggiose economicamente. Sfortunatamente, i consumatori spesso cadono nella trappola, poiché i siti Web sembrano molto professionali. Inoltre, i nomi scelti sono simili a quelli conosciuti dalla pubblicità, o suonano simili a quelli di rinomate compagnie assicurative.

La “conclusione del contratto” avviene online, e – come in una vera e propria transazione – i consumatori ricevono i presunti documenti assicurativi dopo il trasferimento del premio. Tuttavia, al più tardi al primo controllo del traffico o ad un incidente stradale, i consumatori scoprono di non avere una copertura assicurativa valida e di essere stati raggirati da truffatori.

I conducenti sprovvisti di assicurazione corrono il rischio di sanzioni amministrative elevate (da € 866 a € 3.464) e la confisca del proprio veicolo. Diventa ancora più costoso se sei responsabile di un incidente stradale. Il conseguente danno a cose e lesioni personali deve essere pagato di tasca propria. I danneggiati percepiscono l'importo del danno dal cd “Fondo Vittime della Strada”, il quale, invece, recupera il denaro da chi ha causato l'incidente tramite il diritto di regresso.

L'Autorità di vigilanza sulle assicurazioni da tempo segnala questi siti fraudolenti e pubblica regolarmente gli elenchi corrispondenti: ora esiste un documento di 62 pagine su cui compaiono circa 870 siti web fraudolenti. Solo nell'ultimo anno, Ivass ha scoperto oltre 219 siti truffa e il 5 agosto sono stati scoperti altri 14 siti.

Per non cadere in una di queste trappole, i consumatori possono utilizzare i registri ufficiali delle compagnie di assicurazione autorizzate per verificare se l'offerta proviene da una compagnia di assicurazioni autorizzata a offrire l'assicurazione rc auto in Italia.

Le società di "elenco imprese italiane" e "elenco imprese estere" sono consultabili al seguente sito web:
https://www.ivass.it/operatori/imprese/elenchi/index.html

Inoltre, l'Autorità di vigilanza assicurativa Ivass consiglia di inserire in un motore di ricerca su Internet il nominativo della compagnia di assicurazione e di verificare se i recapiti che compaiono (indirizzo, e-mail PEC, numeri di telefono) corrispondono a quelli dell'offerta. Se questo non è il caso, è probabilmente un'offerta "falsa". In linea di principio, nulla ostacola una conclusione di un'assicurazione auto online dopo un attento esame.

Bruno Albertinelli

Ti potrebbero interessare anche:

SU