Consiglio Valle - 13 ottobre 2021, 14:55

Area Democratica dalla parte di Erika Guichardaz e non parteciperà a congresso Pd

Piena solidarietà alla Capogruppo di PCP Erika Guichardaz ruolo che che le era stato attribuito anche conl'approvazione dell'Assemblea di PCP

Area Democratica dalla parte di Erika Guichardaz e non parteciperà a congresso Pd

Piena solidarietà alla Capogruppo di PCP Erika Guichardaz da Area Democratica Gauche Autonomiste che i consiglieri regionali l'hanno tentato diesautorarla dal ruolo di guida del gruppo, ruolo che le era stato attribuito anche conl'approvazione dell'Assemblea di PCP.

"La fretta di compiere questa operazione - si legge in una nota di Area Democratica ha fatto si che venissero meno alcuni passaggi formali che potrebbero rendere illegittima la forzata nomina a Capogruppo del consigliere Paolo Cretier, pertanto si è richiesta documentazione, ad oggi non ancora pervenuta".

Per i coordinatori Gianni Champion e Raimondo Donzel "questo increscioso episodio, che fa seguito all'isolamento in Giunta di Chiara Minelli (nella foto con Erika Guichardaz a destra) causando dimissioni dell'unica componente femminile della Giunta regionale, ha avutoluogo con l'avvallo politico del Commissario del PD regionale, il quale sembra aver dimenticando il grande contributo in termini di risultato e di idee, che le 18 donne candidate nella lista elettorale di Progetto Civico Progressista hanno apportato al progetto e l'importanza della rappresentanza di genere".

In una nota di Area Democratica si legge ancora: "Un Commissario a lungo atteso per rimettere ordine in un Partito dove erano venute meno le norme statutarie e democratiche, come ad esempio la regolarità dei tesseramenti, le convocazioni di Assemblea e Direzione, l’approvazione dei Bilanci, il rispetto degli accordi sottoscritti ..., ma che ha ignorato i problemi interni del Partito e si è avventurato in una solitaria gestione del complesso rapporto fra componenti di PCP emondo autonomista".

Si legge ancora che il Commissario del Pd "in questi giorni è riuscito a prendere le distanze dalla convocazione di un Consiglio straordinario, per poi avvallarne le decisioni affidandosi alle 'autonome decisioni del gruppo' e non confrontandosi con i regolari organi di PCP".

A detta di Championi e Donzel c'è stato il tentativo di "depotenziare la battaglia politica delle consigliere Chiara Minelli e Erika Guichardaz, nel fare approvare i punti specifici, approvati dall’Assemblea di PCP e presentati dalla totalità del gruppo allargato regionale, nelle trattative di maggioranza, cercando di far apparire le ragioni di PCP come mere 'questioni di principio".

Area Democratrica esprime, infine, "profonda delusione anche per le dichiarazioni del Commissario, a porte del Congresso ancora chiuse, secondo le quali la maggioranza Lavevaz non può essere messa in discussione da niente e nessuno, vanificando di fatto anche l'auspicata verifica dimaggioranza, su cui lo stesso Presidente Lavevaz aveva dato segnali di possibili aperture".

Area Democratica Gauche Autonomiste nel ribadire che "non parteciperà al Congresso del Partito Democratico della Valle d'Aosta del 7 dicembre, né con una propria mozione congressuale, né con esponenti dell’Area autorizzati a parlare per essa" sottolinea che "dopo aver deciso tutto: linea politica e rapporti veri opresunti con PCP, si è arrivati paradossalmente ad invitare a partecipare i cittadini a un Congresso i cui confini di manovra sono stati imposti e ben definiti".

ascova

Ti potrebbero interessare anche:

SU