INTEGRAZIONE E SOLIDARIETÀ - 27 ottobre 2020, 10:34

L’Associazione 'Mano nella Mano' celebra all'Arco d'Augusto la ‘Giornata mondiale del prematuro’

Soci e socie di 'Mano nella Mano' insieme ai Clown dottori

Soci e socie di 'Mano nella Mano' insieme ai Clown dottori

La solidarietà non si ferma anzi 'rilancia', in questi giorni bui afflitti dal coronavirus. E nel rispetto delle norme anticontagio Covid scenderà in piazza domenica 15 novembre alle ore 17 l’associazione Mano nella Mano onlus VdA, fondata nel 2016 a sostegno dei bimbi nati prematuri e delle loro famiglie.

"Ogni anno il 17 novembre, Giornata mondiale delle Prematurità -  spiega Cristina Droz, presidente dell'associazione - allestiamo nella hall dell’Ospedale Beauregard, che è la nostra sede, una mostra fotografica con un tema sempre diverso: il bimbo fotografato da solo, il bimbo con la famiglia, il bimbo con un oggetto a lui caro… e aiutati dai Clown dottori, maghi e giocolieri intratteniamo i nostri bimbi offrendo un ricco buffet a tutti i partecipanti, buffet che ci viene offerto da alcune aziende locali e da noi genitori".

Quest’anno, causa l’emergenza sanitaria, spiega Droz, "non possiamo fare feste e neppure allestire la hall con le nostre foto ma non volevamo che questo giorno di festa, unione e ricordi passasse in sordina. Abbiamo così pensato di contattare tutte le famiglie presenti nel nostro database affinché ci inviassero una foto del loro bimbo, in modo da creare un video con tutte le immagini dei nostri bimbi e il peso alla nascita, da diffondere nelle televisioni a circuito chiuso dei nostri ospedali. Il tema della foto è la forza dei nostri bimbi ed è per questo che abbiamo immortalato i nostri 'Guerrieri a fianco di un monumento'".

E domenica 15 novembre "ci troveremo all’Arco d’Augusto di Aosta tutti insieme - invita Cristina Droz - mantenendo le distanze e ad ogni bimbo verrà consegnato un palloncino viola che è il colore della prematurità; il bimbo scriverà su di un cartoncino, che verrà legato al palloncino, il suo nome e una frase che gli ricordi la prematurità e tutti insieme lanceranno i palloncini in aria per colorare il cielo in onore di questa giornata per noi speciale".

Le foto saranno accompagnate da un breve ma significativo verso:

“Una meraviglia questo monumento.
Ancora intatto, dopo secoli.
Ancora fermo nell’attimo perfetto.
Ancora pieno di 'vieni a vedere tutta la storia di cui sono fatto'
I nostri Guerrieri sono così…”

Sempre il prossimo 15 novembre l'associazione 'Mano nella Mano' consegnerà alla dottoressa Maria Rita Gallina, come ogni anno, materiale e ausili che serviranno alla patologia neonatale e a tutti i bimbi prematuri che nasceranno. Il valore del materiale acquistato è di circa 5.000 euro:

•  Scaldabiberon Beltico con inserti per scaldare siringhe
•  Scaldabiberon Chicco
•  Scaldabiberon Chicco per scongelare e scaldare
•  Cuscini per l'allattamento
•  Copri cuscini per l'allattamento mono uso
•  Sensori monouso per monitor d'asporto
•  Sonda rettale per monitor d'asporto

Chiunque volesse fare un offerta per l’acquisto dei prossimi ausili può farlo all’iban IT48C0200801210000104714180

Per Info: Patologia Neonatale Ospedale Beauregard – Via Vaccari n. 5 - Telefono 0165-545476 -  Mail: insiememanonellamano@gmail.com.

Quattro anni di intensa attività solidale

L’Associazione Mano nella Mano Onlus nasce nel 2016 nel preciso intento di aiutare i bimbi nati pretermine e le loro famiglie sia durante la degenza che nel post dimissioni. I dice che un bimbo sia prematuro se è nato sotto le 37 settimane di gestazione. "Alcuni di noi - spiega la Presidente - hanno sostenuto un progetto di formazione con psicologi e neuropsichiatri per poter avere un attestato che ci consente di entrare in patologia neonatale (luogo dove normalmente possono entrare solo i genitori), incontrarli e dargli un supporto direttamente vicino al loro piccolo Guerriero, mentre gli danno il latte o lo cambiano o mentre effettuano la Marsupioterapia o Kangaroo Care che è una tecnica utilizzata con i bambini nati prematuri basata sul contatto pelle a pelle tra genitore e neonato".

p.g.

Ti potrebbero interessare anche:

SU