Dai comuni - 29 aprile 2020, 13:18

Pont-St.-Martin: Con avanzo Amministrazione messa in sicurezza scuole e efficentamento energetico

RESTIAMO A CASA - Revocata la Cittadinanza a Benito Mussolini. Lunedì 27 aprile 2020 si è svolto il Consiglio Comunale di Pont-Saint-Martin nella forma della video conferenza in modo da permettere a tutti i consiglieri di poter partecipare evitando spostamenti e tutelando la salute

Pont-St.-Martin: Con avanzo Amministrazione messa in sicurezza scuole e efficentamento energetico

Si chiude con un avanzo disponibile di poco inferiore al milione e ottantamila euro, una risorsa importante che da respiro alle casse comunali e permettere la programmazione di investimenti, il conto consuntivo del Comune

"L’avanzo - spiegano il Sindaco Marco Sucquet ed il Vice Sindaco Badery Fabio, con deleghe al bilancio - è il risultato di una costante ed attenta propensione al contenimento delle spese ed all’efficientamento della macchina amministrativa, oltre al monitoraggio costante delle norme statali e regionali che permettono di reperire nuove risorse con cui finanziare nuovi investimenti".

Tra gli investimenti iniziati e conclusi nell’anno 2019 si ricordano la messa in sicurezza del versante di Stigliano, la manutenzione straordinaria di molte strade comunali, la spinta all’efficientamento energetico con la sostituzione della centrale termica delle scuole materne e della scuola elementare dei Prati Nuovi, la sostituzione della copertura dei campi da tennis con una più performante.

Sono inoltre stati avviati e stanziati importanti interventi per il 2020, tra i quali la scuola modulare che ospiterà le scuole medie, la realizzazione dei marciapiedi per l’intero tratto di via Caduti del Lavoro, l’adeguamento antisismico della scuola elementare dei Prati Nuovi e un nuovo lotto della messa in sicurezza del versante di Stigliano.

I molti investimenti non hanno aggravato l’indebitamento dell’ente, che costa in solo mutuo ridotto ormai a poco più di 170.000,00 euro. Ai tanti investimenti, inoltre corrispondono tempi di pagamento in costante miglioramento con zero interessi moratori per pagamento oltre i 30 gg di legge, ed anzi una riduzione dei tempi medi di pagamento a soli 14 giorni e mezzo.

In merito, il Sindaco Marco Sucquet ed il Vice sindaco Fabio Badery, con deleghe al bilancio, hanno ringraziato tutti i dipendenti comunali che nei differenti ruoli e livelli hanno fatto proprie le politiche di efficienza economica e senza i quali questi risultati non sarebbero potuti essere raggiunti. La seduta è successivamente proseguita con la seconda variazione di bilancio dell’anno 2020 di quasi 1,5 milioni di euro e che ha permesso d’inserire nel bilancio nuove risorse per quasi 1,3 milioni.

"In particolare, questa variazione permetterà investimenti - spiegano Sucquet e Badery - per l’adeguamento antisismico della scuola elementare Baraing, importanti interventi sull’acquedotto atti a ridurre le dispersioni, l’efficientamento energetico con nuove lampade a led, la messa in sicurezza del versante dei Prati Nuovi, la realizzazione e messa in sicurezza della strada per Ivery e Susey, oltre ad ulteriori manutenzioni delle strade".

Per la parte corrente l’Amministrazione Comunale ha deciso di integrare con 10.000 euro di proprie risorse i fondi stanziati dallo Stato (pari a poco meno di 20.000 euro) per i cosidetti buoni spesa, che possono essere utilizzati esclusivamente per l’acquisto di generi alimentari (eccettuati per volere dell’Amministrazione Comunale gli alcoolici) nei negozi del paese che hanno aderito alla manifestazione d’interesse. Con le nuove risorse comunali pertanto nessuno dei nuclei famigliari aventi diritto è rimasto pertanto escluso.

Il Consiglio Comunale all’unanimità, a pochi giorni dalla Festa della Liberazione festeggiata in forma ridotta nel rispetto delle disposizioni contro l’epidemia, ha revocato la cittadinanza a Benito Mussolini che, citando l’atto di revoca“attuò provvedimenti, leggi ed azioni soppressivi delle libertà civili, politiche e sociali e agevolò, dopo la promulgazione delle leggi razziali, l’immediata deportazione degli ebrei presenti in Italia” e pertanto “la cittadinanza onoraria a suo tempo conferita è incompatibile con i valori di cui il Comune di Pont-Saint-Martin ed i suoi cittadini sono portatori e che pertanto risulta in contrasto con lo Statuto Comunale, il quale cita tra le sue finalità : c) “Il pieno sviluppo della persona umana, nel rispetto dei principi di uguaglianza, pari dignità e parità dei cittadini, assicurando in particolare, condizioni di pari opportunità tra uomini e donne”; d) “Il sostegno alla realizzazione di un sistema globale e integrato di sicurezza sociale e di tutela alla persona, in collaborazione con le associazioni di volontariato”.

red. el.

Ti potrebbero interessare anche:

SU