CRONACA - 05 dicembre 2019, 11:29

Donnas: Il materiale per la scuola materna arriva dalla Puglia

La denuncia del gruppo Libertà e Partecipazione che condivide l’appello di Confcommercio Valle d’Aosta in difesa del commercio di prossimità

Il gruppo di minoranza Consiglio comunale Donnas Partecipazione e Libertà

Il gruppo di minoranza Consiglio comunale Donnas Partecipazione e Libertà

Il Comune si è rivolto con affidamento diretto, quindi senza nessuna gara, comparazione di preventivi o acquisto su mercato elettronico, ad una ditta di Trani in Puglia e non alla cartolibreria presente in paese.

Lo evidenzia il gruppo rimarcando: “Abbiamo voluto contestare l'ennesimo caso quando, per acquistare, per poche centinaia di euro, del semplice materiale di cartoleria necessario alla scuola dell’infanzia di Donnas: uniposca, pennarelli trattopen, pennarelli per ceramica, ecc”.

In questi anni, i consiglieri comunali del Gruppo, sono intervenuti più volte in difesa dei piccoli commercianti presenti in paese, “che sono in difficoltà, vessati dalle tasse comunali e nazionali, stritolati dalla doppia concorrenza, da una parte i grandi centri commerciali e dall'altra il commercio on line”. In effetti quando si narra della crisi dei piccoli commercianti, non si parliamo di un semplice problema economico, capace di interessare la sola categoria dei commercianti, “ma affrontiamo – sostengono i consiglieri di opposizione - una fondamentale questione sociale, in prospettiva una futura desertificazione dei nostri paesi”.

Il capogruppo Fabio Marra rimarca: “Senza i nostri commercianti, le strade sarebbero luoghi più tristi e più vuoti, si perderebbe anche quella chiacchiera quotidiana tra clienti ed esercenti, quella che avviene davanti a botteghe che sono lì da anni, punto di riferimento per tutti, gestite da famiglie di commercianti che conoscono tutti, salutano tutti, raccontano novità e pettegolezzi. Noi crediamo che una buona amministrazione, dovrebbe tener conto di tutto questo”.

Sorprendete la replica dell’assessore al turismo, opere pubbliche e sviluppo territorio, Fabrizio Curti (nella foto), che, in sintesi, ha sostenuto che il commercio a Donnas, a differenza di alcuni paesi qua accanto, gode di ottima salute e che nel caso specifico, su proposta degli insegnanti i prodotti sono stati individuati nei cataloghi delle ditte specializzate perché spesso hanno tinte difficilmente reperibili e pertanto si è proceduto all'acquisto degli articoli presso queste ditte.

el.ip.

Ti potrebbero interessare anche:

SU