/ Governo Valdostano

Governo Valdostano | 25 febbraio 2024, 11:29

La Valle d'Aosta verso la rivoluzione elettrica nel trasporto

Bertschy 'Per ora abbiamo il più alto numero di colonnine per numero di abitanti, ma non vuol dire che siamo a posto'

Luigi Betschy, assessore regionale della Valle d'Aosta ai Trasporti, vice presidente della Giunta

Luigi Betschy, assessore regionale della Valle d'Aosta ai Trasporti, vice presidente della Giunta

Partecipando ad un dibattito sul tema della transizione della mobilità a Courmayeur, l'assessore regionale della Valle d'Aosta ai Trasporti, Luigi Bertschy, ha espresso con convinzione l'impegno della regione verso l'adozione dell'auto elettrica e plug-in.

Con forza ha sottolineato l'importanza della recente approvazione in Consiglio regionale di una legge sulla mobilità sostenibile, che include significativi aumenti nei contributi per favorire l'acquisto di auto elettriche da parte dei residenti.

In particolare, ha evidenziato l'incremento dei contributi fino a 14.000 euro per gli under 35, rappresentando fino al 50% del costo dell'auto, con ulteriori incentivi fino a 3.000 euro per l'installazione della colonnina domestica. Questo segnala un chiaro impegno da parte dell'amministrazione regionale nel promuovere l'utilizzo dei veicoli a emissioni zero.

Bertschy ha riconosciuto che questo sforzo finanziario, pari a 2.200.000 euro, dimostra la volontà della regione di investire risorse significative per sostenere la transizione verso la mobilità elettrica.

Ha inoltre evidenziato l'importanza di continuare lo sviluppo delle infrastrutture necessarie, nonostante la Valle d'Aosta possa già vantare il primato di avere il più alto numero di colonnine per numero di abitanti, ribadendo che c'è ancora molto da fare.

Le parole di Bertschy riflettono un chiaro impegno dell'amministrazione regionale verso la mobilità sostenibile, indicando una chiara direzione per il futuro dei trasporti nella Valle d'Aosta.

Il Bertschypensiero ina fatto di mobilità elettrica

"Abbiamo da poco dato il via libera in Consiglio regionale a una grande attenzione verso l'acquisto di auto elettriche e plug-in, aumentando in maniera importante i contributi a favore dei residenti."

"Il tentativo con questa legge non è di superare tutti i problemi, ma di dare un segnale che l'amministrazione ci crede e comincia ad avviare in maniera importante le proprie risorse in una certa direzione."

"Abbiamo finanziato la legge con 2.200.000 euro e ovviamente ci apprestiamo, se le cose andranno nella maniera giusta, a sostenerla."

"Quindi l'attenzione al mezzo c'è. È importante sviluppare tutto quello che deve crescere nella rete delle infrastrutture."

"Per ora abbiamo il più alto numero di colonnine per numero di abitanti, ma non vuol dire che siamo a posto."

red/cm

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore