/ ATTUALITÀ POLITICA

ATTUALITÀ POLITICA | 25 febbraio 2024, 10:01

L'OPINIONE DI UN GRUPPO DI VALDOSTANI STUFI: MA LA LEGA D'VE ERA

La memoria corta ed in ritrado dei leghisti. Oggi portano i dubbii del Mit sull'elettrificazione dell'Aosta-Ivrea. Smemorati

Salvini ai tempi del Conte II

Salvini ai tempi del Conte II

La Lega VDA  si fa bella ma si dimentica qualcosa.
Iniziamo col dire che la Lega era al governo con il Presidente Draghi, dopo il Conte2 con il seguente schieramento:
Ministri:
Erika Stefani (Disabilità), Massimo Garavaglia (Coordinamento di iniziative nel settore del turismo) e Giancarlo Giorgetti (Sviluppo economico); 130 deputati e 63 senatori.

Il governo Draghi ottiene la fiducia il 17 febbraio 2021 al Senato e il 18 febbraio alla Camera e la Lega e’ in maggioranza in bella compagnia : cinque stelle, PD, Forza Italia, ecc.

Ora la Lega Vda su l’elettrificazione della linea Ivrea-Aosta evidenzia una serie di criticità emerse ad opera del Mit sin dal luglio 2022.

Forse ci dimentichiamo che a dicembre 2021 l’On.Tripodi (5 Stelle) e la consigliera Minelli in pompa magna annunciano sulla stampa locale il raggiungimento del finanziamento PNRR per l’opera di ben 140 milioni di euro.

Ad Aprile 2021 l’ On Tripodi afferma "l’elettrificazione della linea Ivrea-Aosta finalmente diventa realtà".

Ottimo!! ma ci domandiamo ma la Lega dov’era nel 2021?, non era al Governo, non aveva sotto controllo i dossier.

Evidenzia solo adesso i dubbi sull’opera.

La solita opportunità politica dell’ultimo momento …, immaginiamo la stessa azione che verrà fatta tra qualche anno dalla Lega Siciliana sul ponte sullo stretto.
Questa è la parte della politica che ha stufato la gente. E questo riguarda gli estremi sia a destra che a sinistra.

Insinuare dubbi, insinuare errori, insinuare sempre il mala affare…Peccato però che la ruota è tonda e gira sempre e prima o poi si ferma davanti ad ognuno.

Forse sarebbe bene anziché fare conferenze stampe, preoccuparsi di chiedere ai loro rappresentanti governativi di allora, chiarimenti, e questo vale indubbiamente anche per quella sinistra locale e per l’allora Movimento 5 Stelle che era al Governo
I partiti nazionali di Governo sapevano?
I riferimenti politici locali sapevano?
I parlamentari sapevano?

Forse gli ultimi a sapere erano proprio i comuni del Canavese e della Valle D’Aosta, che sicuramente saranno stati innondati dalla solita cartaccia e dalla solita burocrazia e da innumerevoli call inutili …ricordiamoci il periodo: Post pandemia.

Diciamo che forse era meglio tacere, anche perché crediamo che i valdostani ed i canavesani siano consapevoli dell’inutilità di tale opera.

Sì che su questa scelta politica si dovrebbero fare accertamenti alla Corte dei Conti e alla Procura della repubblica. Sentire da politici locali e nazionali che è fondamentale l’elettrificazione perché così un treno che parte da Vienna può arrivare direttamente ad Aosta ….beh …lasciamo perdere!


Un gruppo di Valdostani stufi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore