/ CRONACA

CRONACA | 12 febbraio 2024, 11:00

VISTE DALL'OBIETTIVO DELLA MACCHINA FOTOGRAFICA

Una fotografia non è né catturata né presa con la forza. Essa si offre. È la foto che ti cattura (Henri Cartier-Bresson)

A PROPOSITO DI BARRIERE ARCHITETTONICHE VIA CHAMBERY ANGOLO VIA CHAVANNE. POCHI EURO E SI RISOLVEREBBE IL PROBLEMA IN UNA ZONA MOLTO FREQUENTATA DA CARROZZINE PER DISABILI E PASSEGGINI

A PROPOSITO DI BARRIERE ARCHITETTONICHE VIA CHAMBERY ANGOLO VIA CHAVANNE. POCHI EURO E SI RISOLVEREBBE IL PROBLEMA IN UNA ZONA MOLTO FREQUENTATA DA CARROZZINE PER DISABILI E PASSEGGINI

La testimonianza nel bene e nel male è come una fotografia della realtà umana, catturando istantanee potenti e incisive che parlano più eloquentemente di mille parole. In questa era di informazioni in continua crescita, una fotografia può spesso trasmettere un messaggio più profondo e immediato rispetto a un lungo articolo o a un discorso. Ogni immagine racconta una storia, denuncia o celebra, con un impatto immediato sul nostro cuore e sulla nostra coscienza. Attraverso queste testimonianze visive, siamo chiamati a riflettere sulla potenza delle immagini nel plasmare la nostra percezione del mondo e a riconoscere che, talvolta, una singola fotografia può valere più di mille parole di analisi o di retorica.

 

NUOVA DESTINAZIONE DELLA FERROVIA AOSTA-PRE ST. DIDIER; DISCARICA A CIELO APERTO CON LANCIO RIUFIUTI DALLE FINESTRE DEI CONDOMINI

CICLOPEDONALE PALAGHIACCIO AOSTA-GRESSAN ALLA MERCE' DEI CANI

red

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore