/ Aosta Capitale

Aosta Capitale | 03 febbraio 2024, 12:02

Aosta: Doppio appuntamento per il Giorno del Ricordo: riflessioni sulla storia e memoria

Una giornata, il 10 febbraio di ogni anno, dedicata a rievocare i tragici eventi legati ai massacri delle foibe e all'esodo giuliano dalmata durante il secondo conflitto mondiale

Aosta: Doppio appuntamento per il Giorno del Ricordo: riflessioni sulla storia e memoria

In un'atmosfera carica di solennità, l'Amministrazione comunale di Aosta, in collaborazione con la Fondation Émile Chanoux e l'Associazione Nazionale Venezia-Giulia-Dalmazia, si prepara a celebrare il "Giorno del Ricordo" istituito nel 2004. Una giornata, il 10 febbraio di ogni anno, dedicata a rievocare i tragici eventi legati ai massacri delle foibe e all'esodo giuliano dalmata durante il secondo conflitto mondiale.

Martedì 6 febbraio si svolgeranno due eventi di grande rilevanza che offriranno uno sguardo approfondito sulla memoria di quegli anni dolorosi. Il primo, dal titolo suggestivo "La bambina con la valigia: tra memoria e identità", avrà luogo alle 18 nel prestigioso Salone Ducale dell'Hôtel de Ville. Il sindaco Gianni Nuti darà il benvenuto, seguito dalle introduzioni di Anna Fosson, rappresentante del comitato scientifico della Fondation Chanoux, e di Elettra Crocetti per l'ANVGD. Il dialogo sul tema dell'esodo alla fine del secondo conflitto mondiale vedrà la partecipazione dell'esule giuliana Egea Haffner e della giornalista Fabiola Megna.

Successivamente, alle 20:45, la sala conferenze della BCC Valdostana di viale Garibaldi ospiterà l'evento "Foibe ed esodo giuliano-dalmata: tra storia e memoria". Luca Tonino, presidente del Consiglio comunale, e Jean-Pierre Guichardaz, assessore regionale ai Beni e alle Attività culturali, Sistema educativo e Politiche per le relazioni intergenerazionali, introdurranno la serata. Lo storico Gianni Oliva, il presidente del comitato scientifico della Fondation Chanoux Alessandro Celi e il presidente nazionale dell'ANVGD, Renzo Codarin, animeranno un dialogo approfondito, gettando luce sui risvolti storici e commemorativi di questi eventi tragici. Un doppio appuntamento che promette di essere un tributo significativo alla memoria collettiva, aprendo uno spazio di riflessione e condivisione per le generazioni presenti e future.

 

pi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore