/ ATTUALITÀ ECONOMIA

ATTUALITÀ ECONOMIA | 02 febbraio 2024, 11:49

Pubblicata da INPS a la circolare "Bonus mamme" con le modalità operative

L'agevolazione coinvolge le dipendenti di settore pubblico e privato (anche agricolo, in somministrazione e in apprendistato) con contratto a tempo indeterminato, escludendo le lavoratrici domestiche

Pubblicata da INPS a la circolare "Bonus mamme" con le modalità operative

Legge di Bilancio 2024 ha introdotto il "Bonus mamme": un esonero dalla contribuzione previdenziale fino a un massimo di 3.000 € all'anno, ripartito su base mensile, per le lavoratrici (9,19% della retribuzione) con almeno tre figli a carico. Nel 2024, in via sperimentale, il bonus è esteso anche a chi ha due figli.

L'agevolazione coinvolge le dipendenti di settore pubblico e privato (anche agricolo, in somministrazione e in apprendistato) con contratto a tempo indeterminato, escludendo le lavoratrici domestiche.

Le madri che soddisfano i requisiti a gennaio 2024 godranno dell'esonero a partire dallo stesso mese. Se il secondo figlio nasce durante l'anno, il bonus sarà riconosciuto dal mese di nascita fino al compimento del decimo anno del bambino.

Nel 2025 e nel 2026, il beneficio è assegnato a partire dal terzo figlio e si estende fino al diciottesimo anno dell'ultimo figlio.

Le lavoratrici interessate possono rivolgersi ai datori di lavoro o utilizzare la funzionalità apposita sul sito dell'INPS, seguendo le istruzioni fornite con un messaggio specifico.

Per approfondimenti, si consiglia di consultare la Circolare numero 27 del 31-01-2024.

red

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore