/ Aosta Capitale

Aosta Capitale | 02 febbraio 2024, 19:53

Enfanthéâtre 2023/2024: record di partecipazione e successo culturale

L' evento culturale ha segnato un nuovo record di partecipazione, evidenziando il suo impatto nella comunità e il suo ruolo significativo nell'offerta culturale locale

Michael  Munari “Histoires en bois” - vincitrice del Premio “Enfanthéâtre” in occasione della 1024/a Fiera di Sant’Orso - che sarà consegnata alla compagnia teatrale vincitrice della XXII edizione del Festival scelta dal giovane pubblico della rassegna

Michael Munari “Histoires en bois” - vincitrice del Premio “Enfanthéâtre” in occasione della 1024/a Fiera di Sant’Orso - che sarà consegnata alla compagnia teatrale vincitrice della XXII edizione del Festival scelta dal giovane pubblico della rassegna

Il 22° Festival di Teatro per Ragazzi/Ragazze "Città di Aosta", noto come Enfanthéâtre, ha concluso la sua XXII edizione con una magnifica rappresentazione di "Nel bosco addormentato" della compagnia Bottega degli Apocrifi di Manfredonia (FG).

La straordinaria cifra di oltre 4.000 spettatori ha affollato gli 11 spettacoli del festival, suddivisi tra 2.089 minori e 1.918 adulti. L'incremento del 54% rispetto ai dati già eccezionali della stagione precedente testimonia il crescente interesse per questo appuntamento teatrale dedicato ai giovani. La diversificata programmazione ha catturato l'attenzione di un pubblico eterogeneo, evidenziando la capacità del festival di coinvolgere sia i più giovani che gli adulti.

Le performance più apprezzate includono "Chi ha paura di denti di ferro?" della Compagnia TCP Tanti Cosi Progetti di Ravenna, che ha inaugurato il festival con 526 spettatori, e "Billy e Kid verso l'Isola del tesoro" della compagnia Barabao Teatro di Piove di Sacco (PD) con 466 spettatori. La varietà degli spettacoli ha contribuito a una media di 364 partecipanti per ogni rappresentazione, sottolineando l'ampia adesione della comunità alle proposte artistiche rivolte ai giovani.

L'apprezzamento del pubblico giovane, misurato attraverso il QR Code all'uscita del teatro, ha superato ogni aspettativa. Tutti gli spettacoli hanno ricevuto una valutazione media superiore all'8, e ben otto su 11 hanno ottenuto un punteggio superiore al 9. L'alto livello di soddisfazione è un segno tangibile dell'efficacia delle proposte culturali rivolte ai giovani, che stimolano la loro immaginazione e offrono spunti di riflessione.

Inoltre, il coinvolgimento del Parlamento Europeo come Alto Patronato conferisce al festival un riconoscimento di prestigio, sottolineando la sua rilevanza culturale. La collaborazione con la banca BCC Valdostana – Credito Cooperativo e l'animazione della manifestazione dell'Epifania da parte dell'associazione Coldiretti della Valle d'Aosta hanno contribuito al successo dell'evento. La direzione artistica della rassegna, a cura di Fulvia Perrino, e il sostegno di partner qualificati hanno garantito l'elevato standard delle produzioni proposte.

L'estrazione a sorte di un abbonamento gratuito alla prossima edizione della rassegna aggiunge un elemento di partecipazione interattiva, sottolineando l'attenzione dell'Enfanthéâtre nei confronti del suo pubblico. L'opera vincitrice del Premio "Enfanthéâtre", "Histoires en bois" di Michael Munari, è stata elogiata dai giovani giurati per la sua capacità di trasformare una semplice scatola in un luogo di storie vivide e immaginative.

In conclusione, il successo straordinario del festival, manifestatosi attraverso la partecipazione record e l'apprezzamento del pubblico, conferma l'importanza di investire in offerte culturali e formative dedicate al giovane pubblico. Enfanthéâtre rappresenta un ponte tra generazioni, promuovendo la cultura e la condivisione di esperienze attraverso il linguaggio universale del teatro.

pi.mi.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore