/ CISL VdA

CISL VdA | 09 gennaio 2024, 16:22

No fermo a nuovi saldi di Stato. È in gioco il futuro industriale del Paese

Prima di assumere qualunque decisione va aperto uno spazio di confronto tra governo e Parti sociali

No fermo a nuovi saldi di Stato. È in gioco il futuro industriale del Paese

Siamo contrari ad una stagione di saldi di Stato, che negli anni Novanta ha già creato danni irreversibili ai nostri asset strategici. Penso al settore delle telecomunicazioni o all’agroalimentare. Se l’idea è quella di svendere ulteriori quote di Poste o di altre aziende pubbliche la Cisl si opporrà. Prima di assumere qualunque decisione va aperto uno spazio di confronto tra governo e Parti sociali. Qui si parla non solo di “quanto chiedere” per i gioielli di famiglia, ma anche del ruolo che lo Stato vuole avere nel futuro industriale ed economico del Paese. Più che privatizzare facciamo partecipare i lavoratori alla gestione delle proprie aziende. (…) Bisogna rilanciare il potere d’acquisto e difendere i risparmi di lavoratori e pensionati.

Occorre investire su Sanità e Scuola. Dobbiamo dare stabilità e qualità al lavoro – la flessibilità deve costare di più- e impulso alle politiche attive. Gli investimenti vanno accelerati rafforzando la governance partecipata del PNRR a partire dai territori, così come occorre aumentare le risorse contro la povertà e a sostegno della non autosufficienza. Bisogna dare seguito agli impegni presi per dare forma a una strategia nazionale per la sicurezza in tutti i luoghi di lavoro e dare profondità al tavolo previdenziale per introdurre forti dosi di flessibilità guardando all’obiettivo del superamento definitivo della Legge Fornero. (…) Sarà un anno complicato.

Bisogna remare tutti nella stessa direzione e trasformare in progresso, crescita e conquiste sociali le epocali spinte del cambiamento. Sarei molto contento se arrivasse la piena attuazione dell’Articolo 46 della Costituzione, con il pieno riconoscimento del diritto dei lavoratori a partecipare da protagonisti alla vita, agli utili e alle decisioni della loro impresa”.

PER SAPERNE DI PIU

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore