/ CRONACA

CRONACA | 08 dicembre 2022, 21:28

Ulteriori investimenti per la messa in sicurezza del territorio

la Giunta regionale, nella seduta del 5 dicembre 2022, ha approvato la progettazione di quattro importanti interventi sul territorio e l’erogazione di contributi a comuni, per le spese sostenute per la mitigazione del rischio idrogeologico e valanghivo

Parvalanghe Lavancher

Parvalanghe Lavancher

Gli interventi approvati, che complessivamente comportano una spesa di 1.170.000 di euro concernono le sistemazioni idrauliche dei torrenti Valeille, Valnontey e Bagnère, e la manutenzione delle barriere paravalanghe nel bacino di Lavancher, a Morgex”.

Sui torrenti Valeille e Valnontey si è resa necessaria la manutenzione delle opere di sistemazione idraulica che erano state effettuate a seguito di alluvioni negli anni ’90. Sul Valeille, l’approvazione del progetto esecutivo prevede una spesa di 320 mila euro e consente di avviare i lavori nel corso della prossima primavera, non appena le condizioni lo permetteranno, mentre sul Valnontey l’approvazione dello studio di fattibilità prevede una spesa di 285 mila euro e l’avvio dell’intervento è previsto nel corso del 2023.

Torrente Valnontey

Sul torrente Bagnère nei comune di Saint Christophe e Quart, la struttura regionale competente ha sviluppato la progettazione di fattibilità per un importo lavori di 300 mila euro, finanziato con l’Assestamento di bilancio, che consente di procedere con le successive fasi progettuali e di avviare gli interventi nella primavera-estate del 2023.Gli interventi consentono di mantenere nei torrenti la necessaria capacità di contenimento e di smaltimento dell’acqua nel caso di eventi alluvionali.

Per la riduzione del rischio valanghivo si rende necessario rinforzare e integrare il sistema di barriere paravalanghe del bacino di Lavancher nel comune di Morgex. Con l’approvazione del progetto di fattibilità, per un importo dei lavori pari a 265 mila euro, saranno avviate le successive fasi progettuali prevedendo di iniziare gli interventi nell’estate del 2023. 

Installato tra il 1999 ed il 2003 per uno sviluppo di oltre 4,5 km. e una spesa di 6 milioni di euro, Il sistema paravalanghe di Lavancher rappresenta a tutt’oggi uno dei più estesi impianti paravalanghe delle Alpi occidentali.

Con i contributi a valere sulla legge 5/2001 la Regione sostiene i comuni nella difesa dal dissesto idrogeologico, che sempre più investe il fragile territorio della nostra regione, che presenta la più alta densità di fenomeni franosi d’Italia. I contributi rimborsano ai comuni di Bionaz, Emarèse, Fontainemore, Oyace e Sarre le spese sostenute per la realizzazione di interventi eseguiti nel corso del 2022, sia per la prevenzione del rischio che di ripristino a seguito di eventi franosi, per un importo complessivo di euro 478.851,12.

“Il Consiglio regionale - sottolinea l'assessore Carlo Marzi (nella foto) - riconoscendo il ruolo primario dei Comuni nelle attività di protezione civile, con l’assestamento di bilancio ha stanziato maggiori risorse destinate proprio alle attività di prevenzione svolte sul territorio, e con una recente modifica della legge ha previsto il rimborso delle spese anche per l’installazione e la gestione di sistemi di monitoraggio: è un ulteriore impegno volto anche a favorire la diffusione delle nuove tecnologie che consentono una più efficace prevenzione e maggiore capacità di programmazione degli interventi a difesa dei fenomeni valanghivi, idraulici e franosi”.

I contributi concessi ai comuni ai sensi dell’art. 9 della l.r. 5/2001, per opere di ripristino in somma urgenza e interventi volti alla prevenzione del rischio su centri abitati e infrastrutture, sono i seguenti:

Comune di Bionaz 251.527,31 euro

Emarese 121.702,85 euro

Fontainemore 10.455,15 euro

Oyace 13.386,45 euro

Sarre 81.779,36 euro per complessivi 478.851,12 euro.

redix

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore