/ Consiglio Valle

Consiglio Valle | 27 novembre 2022, 20:00

Approda in Aula del Consiglio Valle il Documento di economia e finanza regionale

Il Documento di Economia e Finanza Regionale - DEFR - è il principale strumento di programmazione economico-finanziaria della Regione. Contiene le linee programmatiche dell’azione di governo regionale, orienta le successive deliberazioni della Giunta Regionale e dell’Assemblea Legislativa e costituisce il presupposto del controllo strategico

Approda in Aula del Consiglio Valle il Documento di economia e finanza regionale

Tanto tuonò che non piovve. Il Consiglio regionale della Valle d'Aosta torna a riunirsi dopo due sedute burrascose, in cui le opposizioni hanno ritirato e poi non presentato le loro iniziative, con un ordine del giorno "normale" formato da 52 punti all'ordine del giorno. La seduta è convocata mercoledì e giovedì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 20. Lega, Forza Italia e Pour l'Autonomie sono tornati a presentare iniziative consiliari.

L'assemblea dovrà approvare il bilancio di previsione del Consiglio Valle 2023 oltre a sostituire il rappresentante del Consiglio degli enti locali nell'Osservatorio regionale permanente sulla legalità e sulla criminalità organizzata e di tipo mafioso, dopo l'elezione alla Camera dei deputati di Franco Manes, già presidente del Cpel. Il Consiglio analizzerà il Defr, Documento di economia e finanza regionale 2023-2025, su cui la seconda commissione ha espresso parere favorevole a maggioranza nella riunione del 21 novembre. All'ordine del giorno anche l'approvazione del Programma statistico regionale 2023-2025.

Per quanto riguarda l'attività ispettiva, sono state depositate 12 interrogazioni. La Lega chiede informazioni sui tempi di realizzazione del parcheggio interrato a servizio del castello di Aymavilles; sui progetti dell'offerta formativa delle scuole per combattere l'abuso di alcol tra i giovani; sulle procedure riorganizzative del Casino de la Vallée di Saint-Vincent e sulla corrispondenza con il piano di concordato; sulle iniziative per scongiurare la chiusura dello stabilimento di Pont-Saint-Martin dell'azienda Telecontact center; sull'impossibilità di scelta del medico di base sul Fascicolo sanitario elettronico.(SEGUE)

Pour l'Autonomie chiede conto dell'iter per l'assunzione di personale nell'organico del Corpo valdostano dei vigili del fuoco e del guasto alla rete informatica che ha causato l'interruzione della circolazione al tunnel del Monte Bianco. Le interpellanze depositate sono 28. Forza Italia vuole indicazioni dalla giunta sulla riorganizzazione logistica degli uffici regionali; sullo stato delle pratiche di concessione di derivazione d'acqua ad uso idroelettrico per la costruzione di nuovi impianti; sull'apertura dei centri traumatologici nelle località turistiche e protocolli comportamentali per gli ambulatori dei medici di base; sulla mancata incentivazione delle aggregazioni dei medici di assistenza primaria.

La Lega chiede informazioni sulla disponibilità dei campi da tennis del Palaindoor Marco Acerbi di Aosta; sulla valorizzazione dello stand della Regione al salone del turismo degli sport invernali; sull'integrazione del sito www.lovevda.it dedicata agli sport outdoor; sull'avvio delle interlocuzioni con il comitato organizzatore del Matterhorn Cervino Speed Opening in vista dell'edizione 2023; sulla realizzazione della residenza per studenti universitari al Palazzo Cogne o in sede alternativa rispetto ai locali dell'ex Agenzia delle entrate di Aosta.

Pla chiede notizie sulla riapertura dell'area megalitica di Saint-Martin-de-Corléans; sull'eventuale predisposizione di un accordo con la Telcha per l'applicazione di sconti sul teleriscaldamento; sulla promozione di un censimento delle fonti idriche e dei bacini presenti sul territorio regionale.(SEGUE)

Il Progetto Civico Progressista chiede notizie sulla posizione del governo sulla necessità di fare approfondimenti sulle infiltrazioni mafiose nel tessuto politico regionale; sugli sconti in bolletta applicati dalla Cva Energie per il 2023 e interventi migliorativi per le imprese valdostane.

Il Consiglio discuterà tre mozioni, di cui due di Forza Italia: la prima per impegnare il governo a prevedere nel prossimo bilancio di previsione le risorse per la ristrutturazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica non ancora finanziati e a trasmettere alla quinta commissione la documentazione sui progetti avviati; la seconda per chiedere l'aggiornamento del tetto di spesa per l'acquisto di prestazioni di assistenza residenziale e semi-residenziale dell'area dipendenze e salute mentale, da parte di soggetti erogatori privati. Una mozione è stata presentata dalla Lega e vuole impegnare il governo a esprimere una ferma condanna per il danneggiamento del monumento ai martiri delle foibe di Aosta.

red.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore