/ CRONACA

CRONACA | 29 ottobre 2022, 12:11

I valdostani che hanno la casa a Nizza occhio alle nuove limitazioni

Dal 1° gennaio 2023 scatta la zona a traffico limitato per ragioni ambientali. Obbligatoria, per tutti, la vignette per circolare e sostare in centro

I valdostani che hanno la casa a Nizza occhio alle nuove limitazioni

Saranno interessate le auto immatricolate prima del 31 dicembre 2000. Come ottenere la vignette. Le sanzioni e il perimetro interessato.

Attenzione: a partire dal 1° gennaio 2023 una parte della città di Nizza, circa il 4% del l’intero territorio comunale, ma estremamente soggetta a circolazione veicolare, ricadrà nella ZFE, la zona a traffico limitato per ragioni ambientali.

Dal prossimo anno non potranno più circolare i veicoli che sono contrassegnati, sulla base della vignette Crit’Air (ormai indispensabile per tutti, stranieri compresi), col numero 5, cioè che sono stati immatricolati antecedentemente al 31 dicembre 2000.
Limitazioni pure per i mezzi pesanti (più di 3,5 t.), autobus e pullman a meno che non siano state concesse deroghe.

Questi veicoli, a Nizza, non saranno autorizzati a circolare all’interno di un perimetro che comprende la Promenade des Anglais (a partire da Avenue des Grenouillères fino a Avenue Max Gallo), il Quai des Etats Unis (a partire avenue Max Gallo fino a Rauba Capeu), il Quai Rauba Capeu (a partire dal Quai des Etats Unis fino a Rue de Foresta).

Pure l'ipercentro di Nizza sarà compreso nel divieto all’interno di un perimetro così contrassegnato:

  • A sud: Promenade des Anglais;
  • A nord: Voie Mathis esclusa
  • A est: Boulevard Carabacel e Avenue Désambrois esclusi;
  • Ad Ovest: Boulevard Grosso escluso.

Non sono inclusi nel divieto moto, motorette e veicoli a tre ruote, i veicoli da collezione, i veicoli con il contrassegno per il trasporto di persone handicappate e i veicoli autorizzati in deroga. In ogni caso anche questi veicoli dovranno esporre la «vignette Crit’Air».

Dal 1° gennaio 2023 sono soggetti a sanzione di 68 euro le vetture e a 138 i veicoli pesanti:

  • In transito nelle zone ZFE non idonei;
  • In sosta nella ZFE non idonei;
  • Che circolano o sostano nella ZFE privi della vetrofania Crit’Air anche se idonei;

 Le restrizioni a venire
Dal 1 ° gennaio 2023

  • Saranno interessati tutti i veicoli pesanti (oltre 3,5 t.), gli autobus e gli autocarri Crit’Air 4 e 5,

Dal 1 ° gennaio 2024

  • I veicoli pesanti Crit’Air 3 e i veicoli leggeri e le auto Crit’Air 4.

La vignette Crit’Air è obbligatoria per tutti i veicoli, compresi quelli stranieriPer procurarsela e riceverla al proprio indirizzo (anche se estero) al costo di euro 3,70 (la vetrofania non ha scadenza e non va rinnovata) è sufficiente cliccare qui .

La vignette giungerà per posta entro pochi giorni e sarà anticipata subito da una mail con un’attestazione da stampare ed esporre in attesa che giunga l’originale.

 

red/montecarlonews

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore