/ G.Combin

G.Combin | 25 agosto 2022, 16:29

Saint-Oyen: dopo le dimissioni di cinque consiglieri, la Regione avvia la procedura di commissariamento

Lunedì prossimo la Giunta esaminerà la richiesta di parere al Consiglio Valle

Saint-Oyen: dopo le dimissioni di cinque consiglieri, la Regione avvia la procedura di commissariamento

La Presidenza della Regione informa che ieri il Sindaco e la Segreteria del Comune di Saint-Oyen hanno comunicato che sono state assunte al protocollo le dimissioni presentate da 5 componenti del Consiglio comunale.

La normativa regionale concernente il Sistema delle autonomie in Valle d’Aosta (legge regionale 7 dicembre 1998, n. 54) individua, tra le cause di scioglimento dei Consigli comunali, la “riduzione del Consiglio comunale, per impossibilità di surroga, alla metà dei componenti assegnati al Consiglio”. Nelle elezioni del 20-21 settembre 2020 per il Comune di Saint-Oyen è stata presentata una sola lista composta dai due candidati alla carica di Sindaco e di Vice Sindaco e da 9 candidati alla carica di consigliere, di cui solo 8 sono stati proclamati eletti. I 5 consiglieri dimissionari non sono pertanto surrogabili.

In relazione a quanto previsto dallo Statuto Speciale per la Valle d’Aosta la facoltà di sciogliere i Consigli dei Comuni e degli altri enti locali spetta alla Giunta regionale, sentito il Consiglio Valle. Nella seduta di lunedì prossimo l’Esecutivo esaminerà dunque la delibera riguardante la richiesta di parere al Consiglio regionale in merito allo scioglimento del Consiglio comunale di Saint-Oyen.

Quanto ai tempi, l'intendimento – secondo il Presidente della Regione - è di deliberare lo scioglimento e nominare il commissario in tempo utile per l’indizione dell’elezione del Sindaco e Vice sindaco, nonché dei Consiglieri comunali di Saint-Oyen in concomitanza con quella di Valsavarenche, prevista il 13 novembre prossimo.

red.pol.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore