/ SOS Quattro Zampe

SOS Quattro Zampe | 20 agosto 2022, 15:00

Basta dire il lupo cattivo

AIDAA 'Abolire o rivedere le fiabe a partire da cappuccetto rosso

Basta dire il lupo cattivo

Continua imperterrita , fregandosene altamente delle critiche che a volte gli piovono in testa la campagna lessicale contro l'uso e l'abuso di termini offensivi nei confronti degli animali dell'Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente - AIDAA che ritiene le offese verso gli animali una sorte di malcostume se non in alcuni casi addirittura istigazione al maltrattamento.

Note in passato furono alcune delle battaglie dell'Associazione sulle distorsioni lessicali, memorabile fu quella che scatenò una polemica finita in televisione e sui giornali contro Vittorio Sgarbi ed il suo uso improprio della parola "capra" che il critico d'arte ha trasformato in un epiteto contro gli umani, ma quelli di AIDAA si sono spinti a chiedere di togliere il termine "Cane" ed il termine "Porco" dalle bestemmie perchè gli animali a differenza degli uomini hanno animi puri e non offendono Dio o la Madonna o i Santi, la cosa strana in questo caso fu la rivolta di noti bestemmiatori che si sentirono defraudati del loro modo volgare di parlare. Questa volta l'AIDAA se la prende con le distorsioni che riguardano il lupo.

"Basta usare termini come "crepi il lupo" o "il lupo cattivo"- scrivono in una nota gli animalisti di AIDAA- nel primo caso è la risposta che ancora va per la maggiore quando si fa un buon augurio ad una persona dicendole in bocca al lupo. E' vero che in questo caso è stata la sensibilità stessa della gente che in molti casi ha sostuito il termine orribile crepi il lupo con il termine viva il lupo"

Ma - continua la nota stampa animalista- è ora che di superare la terminologia che inculca ai bambini l'idea che il lupo è un animale cattivo a partire dall'uso che se ne fa nelle favole e nei cartoni animali, a nostro avviso favole , cappuccetto rosso andrebbero abolite o almeno profondamente modificate nel ruolo che si riserva al lupo che in cappuccetto rosso va oltre i peggiori sentimenti, arrivando a mangiare una nonna.

"Certo, si potrebbe obiettare che da sempre è stato cosi, che si tratta di favole e via dicendo, noi vogliamo solamente sottolineare - conclude l'associazione - che a furia di definire il lupo un animale cattivo crea paura e mostri anche laddove non ce ne sono ognuno la pensa come vuole e noi la pensiamo cosi".

pyred

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore