/ ECONOMIA

ECONOMIA | 09 agosto 2022, 21:36

Bcc Valdostana dichiara guerra all'usura favorendo l'accesso al credito

Due nuove convenzioni siglate da BCC Valdostana a favore delle imprese, famiglie e consumatori. Scende in campo con La Scialuppa e Federazione Italiana Sviluppo Organizzazioni Sociali

Bcc Valdostana dichiara guerra all'usura favorendo l'accesso al credito

Continua il percorso di rafforzamento del proprio network da parte di BCC Valdostana a favore dei valdostani. L’Istituto di Credito valdostano ha infatti siglato due nuove importanti convenzioni che mirano a contrastare il fenomeno dell’usura con intervento di terzi oltre che della banca e a favorire l’accesso al credito per procedure di sovraindebitamento.

Una prima convenzione è stata siglata con  La Scialuppa CRT Onlus - Fondazione Anti Usura, ente che rilascia garanzie (anche fino al 100%) alla Banca per erogazione di finanziamenti fino a 35mila euro a soggetti percettori di reddito ma non bancabili (es: segnalazioni in centrali rischi causate da mancati pagamenti, pregiudizievoli, ecc.).

La Scialuppa CRT, presieduta dal dott. Ernesto Ramojno (nella foto), è beneficiaria di fondi che pervengono sia dalla Fondazione CRT , che l'ha fondata nel 1998, che dal MEF, e che al 31.12.2021 ammontavano a oltre 10 milioni di euro. La Scialuppa CRT  ha già in essere, convenzioni con primarie banche  sin dall'avvio dell'operatività. La Scialuppa CRT opera in tutte le province del Piemonte e da novembre 2015  ha un centro di ascolto in Valle d’Aosta presso la Chambre e una sede distaccata ad Ivrea. La  convenzione siglata prevede un plafond massimo di finanziamenti per un complessivo pari ad euro 1.500.000.

Rispetto alle garanzie dei Fondi che assisteranno ciascun Finanziamento saranno a prima richiesta senza eccezioni e offriranno una percentuale di copertura del credito vantato dalla Banca nei confronti dei singoli richiedenti fino al 100% a valere sui Fondi di garanzia. La garanzia de La Scialuppa CRT in relazione a ciascun finanziamento copre l’ammontare delle rate scadute e non pagate, del debito residuo e degli interessi contrattuali maturati su quest’ultimo alla data di escussione. La garanzia concessa resterà valida per tutta la durata delle obbligazioni garantite, incluse eventuali sospensioni e proroghe dei finanziamenti, sino a completa estinzione delle stesse.

La seconda convenzione, di durata triennale e rinnovabile, è stata siglata con la Federazione Italiana Sviluppo Organizzazioni Sociali, presieduta dalla Rag. Sara Peraldo (nella foto), che promuove sul territorio gli “Sportelli di orientamento Sociale”, che forniscono il servizio di “Organismo di Composizione della Crisi”, vero e proprio organo ausiliario del giudice per le procedure di sovraindebitamento di soggetti (privati e soggetti non fallibili) sovraesposti dal punto di vista debitorio.

“Tale collaborazione prevede un percorso condiviso tra le parti sia in termini etici che economici finalizzato alla divulgazione e sensibilizzazione dei propri associati all’utilizzo degli istituti previsti dalla Legge per fronteggiare le situazioni di crisi economico-finanziaria allorquando ne ricorrano i presupposti - spiega il Direttore generale di BCCV, Fabio Bolzoni (nellla foto)Tale accordo tra le parti permette di offrire dunque un servizio sociale a tutti coloro, consumatori, famiglie ed imprese che si trovassero in situazioni precarie di liquidità, al fine di prevenire e contrastare il sovraindebitamento e l'usura”.

A questo proposito BCC Valdostana condividendo il fine solidaristico dello Sportello Orientamento Sociale Aosta, al fine di coadiuvare il medesimo nella gestione iniziale delle procedure di composizione della crisi da sovraindebitamento, si impegna a mettere a disposizione il personale di segreteria affinché lo Sportello Orientamento Sociale proceda con l’adeguata formazione in virtù del presente accordo e offrirà a tutti i clienti di BCC Valdostana una prima assistenza gratuita, che potrà essere presso la sede dell’Organismo Composizione della Crisi o presso la sede di BCC Valdostana previa prenotazione degli appuntamenti.

“Queste due azioni rappresentano un nuovo e importante tassello di sviluppo e di allargamento di sinergie e collaborazioni di BCCV a tutto vantaggio della popolazione valdostana - commenta Davide Adolfo Ferré, Presidente della BCCV (nella foto) - Si tratta di un’attenzione al sociale e al territorio, basata su strumenti legislativi esistenti, per prevenire fenomeni di usura e per il sostegno alle vittime di racket ed estorsione, oltre che per favorire l’accesso al credito da parte di quei soggetti che pur meritevoli incontrano difficoltà in questo senso” .

ascova

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore