/ Zona Franca

Zona Franca | 03 agosto 2022, 08:00

L'OPINIONE DI UNA LETTRICE: Tutto è lottizzato

A proposito dell'articolo Pulci, controllore e controllato, avremo mai speranza di qualcuno che sia davvero competente e non di parte?

L'OPINIONE DI UNA LETTRICE: Tutto è lottizzato

Gentilissimo, ho letto il suo articolo di cui all'oggetto su AostaCronaca.it, e lo condivido appieno.  Il difensore civico, o ombudsman, in tutto il mondo è davvero un soggetto terzo e super partes. Solo così può essere sia mediatore che protettore dei diritti di cittadinanza. Ma da noi, in Italia, non è così.

Tutto dev'essere lottizzato e spartito dalla politica.  In Toscana, dove risiedo, è partita da poco la procedura per il rinnovo dell'istituto, dopo che il precedente difensore civico è stato "promosso" responsabile della testata giornalistica della giunta regionale. Ma le sembra possibile tutto ciò? Nessuno si scandalizza più di questi abomini etici.

Per fortuna, ogni tanto, un giudice se ne occupa. Ho però il dubbio che questo non faccia riflettere chi di dovere, ma solo rimediare con provvedimenti amministrativi più cauti. In Toscana già si vocifera che, prima della scadenza del bando, le forze politiche si siano già spartite la nomina del difensore civico... Avremo mai speranza di qualcuno che sia davvero competente e non di parte?

Grazie ancora per quello che ha scritto. Buone cose.

Lettera firmata 

Grazie Cara Lettrice, la malapolitica ha contaggiato ogni cellula della società. E questo è un grave danno in parte provocato anche da noi con il nostro voto. Abbiamo eletto più mezz'uomini, ominicchi, e quaquaraquà, ben definiti da Leonardo Sciascia, che statisti. Mezz'uomini, ominicchi, e quaquaraquà che non volendo assumersi responsabilità nei confronti dei cittadini per il mal funzionamento della Pubblica Amministrazione preferiscono nominare  questo o quel garante per potersene lavare le mani.

Mai come oggi viviamo il conflitto tra l'interesse personale o di gruppo (politico) e quello proprio del bene comune;  ovvero tra bene comune e lottizzazione del potere.

L’editore Lithos ha pubblicato un interessantissimo libro di Pietro Monsurrò ‘Potere senza responsabilità. La crisi della legittimità politica tra sfiducia nelle élite e miti populisti’, nel quale scrive: “Prendere decisioni collettive inique e inefficienti è facile; prenderne di buone è difficile. Essere informati, ragionevoli, tolleranti è difficile; deviare verso l'ideologia, il fanatismo, la faziosità è facile”.

Buone cose anche a Lei. pi.mi.

red.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore