/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 22 luglio 2022, 14:10

Precipita per oltre 200 metri sul Grand Combin; morto

Si tratta di un piemontese di 68 anni residente a Brandizzo

Precipita per oltre 200 metri sul Grand Combin; morto

Un alpinista è morto sul massiccio del Grand Combin, nelle alpi svizzere, dopo essere precipitato per circa 240 metri.  La vittima è Giovanni Ala, di 68 anni, di Brandizzo (Torino). L'incidente si è verificato verso le ore 11 del 21 luglio. Lo si apprende dall’Agenzia Ansa che spiega: La polizia cantonale del Vallese fa sapere l'uomo si trovava in compagnia di una guida alpina italiana. 

Guida e cliente erano partiti dal rifugio Cabane de Valsorey (3.030 metri) nella notte con l'obiettivo di raggiungere in mattinata il Grand Combin de Grafeneire (4.314 metri), cima più alta del massiccio.

Precipitato per oltre 200 metri

L'uomo è precipitato per circa 240 metri, verso 11, per cause ancora da accertare. Insieme alla guida era partito dal rifugio Cabane de Valsorey (3.030 metri) nella notte con l'obiettivo di raggiungere in mattinata il Grand Combin de Grafeneire (4.314 metri), cima più alta del massiccio.

Aperta inchiesta dalla magistratura

Una volta in cima, hanno cominciato la discesa in direzione Le Plateau du Couloir, quando Ala è precipitato. I soccorritori lo hanno raggiunto già privo di vita, per lui non c'era più niente da fare.

La magistratura, in collaborazione con la polizia cantonale, ha aperto un'indagine sull'incidente.

red. cro.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore