/ POLITICA

POLITICA | 19 luglio 2022, 20:16

L'OPINIONE DI AUTONOMIES BIENS COMMUNS VALLÉE D’AOSTE: Commissione disconosce consorterie

COMUNICAZIONE AUTOGESTITA - Constatiamo con rammarico che il testo del Disegno di legge regionale n. 68 “Norme in materia di consorterie e di altre forme di dominio collettivo” licenziato dalla III Commissione apporta modifiche sostanziali rispetto a quanto discusso in sede di audizioni

L'OPINIONE DI AUTONOMIES BIENS COMMUNS VALLÉE D’AOSTE: Commissione disconosce consorterie

Pur avendo considerato e recepito le indicazioni emerse dal confronto, il testo nella sua versione emendata non riconosce all’ente rappresentativo delle consorterie – Réseau des consorteries – la legittimazione ad agire e interfacciarsi con l’amministrazione Regionale per transitare le Consorterie dal vecchio al nuovo regime.

Con l’intenzione di allargare il dialogo indiscriminatamente ad “associazioni o soggetti senza fini di lucro che abbiano per principale compito statutario la rappresentanza delle Consorterie valdostane”, si disconosce la specificità e la legittimazione dell’ente che rappresenta le Consorterie e che, dal 2020 ad oggi, tanta parte ha avuto nella costruzione del processo di riforma, operando senza condizionamenti politici al servizio dei domini collettivi della Valle.


In quanto associazione che opera a difesa dei beni comuni evidenziamo come gli spazi generici di interlocuzione e dialogo siano ad oggi già garantiti; quello che si chiede alla legge è invece un passo ulteriore: l’attribuzione di funzioni e ruoli specifici al soggetto che oggi rappresenta le Consorterie.


Esprimiamo quindi rammarico per il mancato riconoscimento dell’autonomia organizzativa delle Consorterie, enti ormai privati, a favore di un’autoreferenzialità che si vuole mantenere nella sfera pubblica. In questa direzione, ABC manifesta l’estrema preoccupazione a fronte della scelta di assumere direttamente da parte della Regione la tenuta del Registro delle Consorterie, rammentando come proprio la Regione non sia riuscita in cinquant’anni a completare l’opera di registrazione avviata nel 1973, rimasta ferma a meno di un decimo delle consorterie esistenti.


Il settore soffre da anni di un cronico abbandono da parte del pubblico che abbiamo il serio timore possa così essere perpetuato con grave danno per tutte le comunità titolari di consorterie.

ABC VdA

Autonomies Biens Communs Vallée d’Aoste – Autonomie Beni Comuni Valle d’Aosta - Association de promotion sociale – Associazione di promozione sociale

RED.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore