/ ECONOMIA

ECONOMIA | 01 luglio 2022, 15:03

La Valle vuole una 'perfetta' interazione Turismo-Agricoltura

In questa direzione va anche il progetto della nuova legge sulla multifunzionalità in agricoltura

La Valle vuole una 'perfetta' interazione Turismo-Agricoltura

"Riuscire a creare la perfetta interazione tra turismo e agricoltura è per la Valle d'Aosta una priorità". Lo dice l'assessore all'Agricoltura della Regione Valle d'Aosta, Davide Sapinet, dopo la presentazione, ieri, a Palazzo regionale ad Aosta, di uno studio sugli aspetti giuridico-normativi ed economici dei sentieri e delle strade poderali valdostane, realizzato dal Centro transfrontaliero sul turismo e l'economia di montagna dell'Università della Valle d'Aosta, in collaborazione con l'assessorato regionale all'Agricoltura e alle Risorse naturali. Lo studio rientra tra le attività avviate nell'ambito del Tavolo di lavoro tecnico-giuridico istituito dal governo regionale e coordinato dall'assessorato per l'analisi delle problematiche relative alla responsabilità, transitabilità, classificazione e promozione della rete sentieristica, poderale e della viabilità minore.

"È importante- afferma Sapinet (nella foto) - che il coordinamento di queste iniziative competa all'assessorato dell'Agricoltura", in quanto "sono gli agricoltori che permettono il mantenimento e la cura di questa rete di sentieri, strade poderali e viabilità minore, un tempo utilizzata solo per attività agricole e pastorali e ora percorsa sempre più anche per fini turistici e sportivi". Per l'assessore, "dobbiamo quindi, da un lato, andare incontro alle esigenze degli agricoltori, dei presidenti dei consorzi di miglioramento fondiario e dei sindaci, e, dall'altro, continuare ad offrire a turisti e residenti la migliore fruizione del nostro splendido territorio".

In questa direzione va anche il progetto della nuova legge sulla multifunzionalità in agricoltura, "attraverso la quale- prosegue Sapinet- vogliamo dare la possibilità alle aziende agricole di differenziare il reddito anche puntando su attività turistiche". E aggiunge: "Ora proseguiamo con azioni che in parte sono già state messe in atto e che in parte lo saranno a breve: è innanzitutto importante che l'amministrazione regionale garantisca l'attuale livello di manutenzione del territorio, anche con il rilancio dei cantieri forestali, ovvero gli interventi di manutenzione straordinaria realizzati in collaborazione con gli enti locali e le stazioni forestali" e "parallelamente, si continuerà l'azione di sostegno ai Consorzi di miglioramento fondiario, perché possano realizzare loro stessi i lavori di manutenzione che ritengono necessari, potenziando il bando esistente".

Riguardo ai Consorzi, "stiamo lavorando alla modifica della delibera dei criteri applicativi per la concessione dei contributi alle spese di gestione, per la quale i competenti uffici stanno valutando la fattibilità di un aiuto per una polizza assicurativa specifica", precisa Sapinet. Che conclude: "Continueremo a collaborare con il Celva per coordinare le azioni affinché siano coerenti e omogenee su tutto il territorio regionale, mentre il lavoro del tavolo tecnico proseguirà con l'organizzazione di incontri con i singoli settori, con ognuno dei quali faremo un'analisi approfondita dei temi e dei risultati dello studio".

red

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore