/ EVENTI E APPUNTAMENTI

EVENTI E APPUNTAMENTI | 29 giugno 2022, 15:59

Nasce “Una Becca di cultura”, un allenamento per la mente

Tre giornate di eventi culturali e ludici che si affiancano alle iniziative per il ventennale dell’Aosta – Becca di Nona

Nasce “Una Becca di cultura”, un allenamento per la mente

Vent’anni di Aosta – Becca di Nona meritano un festeggiamento ancora più speciale. Nasce quindi Una Becca di cultura, iniziativa voluta dai Comuni di Charvensod e Aosta, con il sostegno del Consiglio Regionale della Valle d’Aosta, in cui eventi culturali e ludici si affiancano alla settimana di iniziative della manifestazione sportiva in uno spirito di condivisione e scoperta.

Le due manifestazioni verranno presentate congiuntamente in una conferenza stampa che si terrà mercoledì 6 luglio alle ore 18 presso il Chiostro della Insigne Collegiata dei Santi Pietro e Orso di Aosta.

Una Becca di cultura debutterà domenica 10 luglio a Comboé (Charvensod) con il fitto programma dell’iniziativa Sur les sentiers de Jean Domaine. Si comincia alle ore 10 con la celebrazione della Santa Messa presieduta dal priore della Insigne Collegiata dei Santi Pietro e Orso, canonico Aldo Armellin, animata dal Coro Sant’Orso, a cui seguirà alle 11.30 lo svelamento della targa (inserita nel progetto del comune di Charvensod denominato Tsarvensolèn e rivolto a chi ha avuto legami con Charvensod) a ricordo del priore Domaine nel centenario della sua nascita. Si proseguirà con il pranzo preparato dagli Alpini della sezione di Charvensod, con il sostegno della Proloco locale, a cui è possibile partecipare con prenotazione obbligatoria telefonando dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13 al numero 0165279733 (costo del pranzo €20). La giornata si chiuderà alle 14 con una passeggiata naturalistica condotta dal docente universitario Michele Freppaz e dalla guida escursionistica e naturalistica Alba Pasteris con l’animazione musicale del Coro Sant’Orso.

Martedì 12 luglio alle ore 18 presso la terrazza del Conservatorio di Aosta sarà presentato, in collaborazione con la libreria À la Page e moderato dal giornalista Piercarlo Lunardi, il libro di Salvo Anzaldi Nato per non correre (Ed. CasaSirio), a cui parteciperà anche l’olimpionica Charlotte Bonin. Alle 21 saranno poi premiati i vincitori del concorso letterario Narraci la tua Becca, indetto dalla Biblioteca comunale di Charvensod.

Una Becca di cultura si concluderà giovedì 14 luglio, alle ore 21.30 presso l’area sportiva Guido Saba di Charvensod, con la proiezione del film, selezionato ed introdotto dal regista Alessandro Stevanon, Eddie the Eagle – Il coraggio della follia di Dexter Fletcher, a cui sarà abbinata la degustazione di vino passito con tegole. La proiezione rientra nelle serate di “Cinema da gustare” della rassegna CharvArte.

“Abbiamo voluto abbinare all’aspetto più propriamente sportivo dell’Aosta – Becca di Nona anche alcune iniziative culturali, dislocate nei comuni di Aosta e di Charvensod, che concretizzano in questo modo uno dei punti del protocollo di collaborazione siglato nel mese di marzo, perché riteniamo che la cultura non stimoli solo la mente ma abbia effetti positivi per l’intero organismo – dichiara il Sindaco di Charvensod Ronny Borbey. Siamo poi particolarmente lieti di poter ricordare, proprio nell’anno del centenario della sua nascita e il giorno prima dell’anniversario della sua scomparsa avvenuta l’11 luglio 2006, il canonico Jean Domaine, nella sua Comboé, che canta ancora oggi la sua musica”.

È con orgoglio che vediamo il patto tra Aosta e Charvensod prendere vita con iniziative che coniugano un evento sportivo importante con pensieri profondi: le sensazioni che si provano conquistando una cima si arricchiscono di immagini, storia, poesia. Un bel modo per vivere, insieme, in pienezza”, commenta il Sindaco di Aosta Gianni Nuti.

"Un evento che coniuga cultura, sport, ambiente e tempo libero - aggiunge il Presidente del Consiglio Valle Alberto Bertin - offre non solo un'occasione di incontro e di condivisione, ma anche un'opportunità di percorrere i sentieri della memoria, da Sant'Orso a Comboé, valorizzando così il nostro patrimonio di storia e di cultura".

ascova

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore