/ ECONOMIA

ECONOMIA | 18 giugno 2022, 14:19

I prezzi dei carburanti superano i 2 euro al litro

Codacons 'per famiglie stangata da oltre 550 euro'. Marovino annuncia azioni legali contro speculazioni alla pompa

Giampiero Marivino

Giampiero Marivino

L’escalation dei listini dei carburanti produce ad oggi una stangata pari a +491 euro annui a famiglia in caso di auto a benzina, e addirittura +565 euro in caso di auto diesel, solo per i maggiori costi di rifornimento e senza contare gli effetti indiretti sui prezzi al dettaglio. Lo afferma il Codacons, commentando i nuovi rialzi dei prezzi di benzina e gasolio sul territorio.

“Sulla base degli ultimi dati ufficiali del Mite, oggi un litro di benzina costa 1/4 in più rispetto allo stesso periodo del 2021, con il prezzo che sale del +25,5% su base annua – spiega il presidente Carlo Rienzi – Il gasolio costa quasi 1/3 in più, con i listini alla pompa che aumentano del +32,2%. Per un pieno di benzina si spendono in media 20,4 euro in più rispetto al 2021, spesa che sale a +23,5 euro per un pieno di gasolio”.

“Listini che crescono non solo per l’andamento del petrolio, ma anche e soprattutto a causa di una speculazione lampante contro la quale stiamo per avviare una nuova azione legale a tutela di cittadini e automobilisti” anticipa Giampiero Marovino, presidente di Codacons VdA.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore