/ ECONOMIA

ECONOMIA | 13 giugno 2022, 12:00

Fipe 'per i camerieri contratti pirata

Se i contratti dei camerieri vengono applicati correttamente non ci dovrebbero essere problemi: se però scarseggia la loro disponibilità il motivo è un altro

Lino Enrico Stoppani

Lino Enrico Stoppani

Secondo  Enrico Stoppani presidente di Fipe-Confcommercio il settore sconta un problema di reputazione: il lavoro di un  cameriere non viene convenientemente valutato. E aggiunge che il reddito di cittadinanza è una causa parziale, dal  momento che la legge di Bilancio revoca il beneficio a chi rifiuta due offerte di lavoro.

E' quanto riporta l'ultimo numero di Unionturismo news

Per il presidente Fipe il  problema è legato ai contratti pirata che non rispettano i minimi tabellari e non applicano le garanzie dei contratti  collettivi. Per uscire da questa situazione occorre rafforzare le scuole professionali, recuperare mano d’opera dall’estero  e puntare sulla decontribuzione anche a tempo parziale. Da parte sua e in altra sede il ministro Garavaglia parla di  contratti da rivedere.

“Il periodo stagionale - ha commentato - è troppo breve, bisogna trovare modalità per allungarlo,  si può lavorare con il welfare aziendale. Però bisogna metterci mano. Perché, attualmente è evidente che il mercato del  lavoro è ingessato e bloccato” . Rilancia poi l’idea di lasciare parte del reddito di cittadinanza a coloro che accettano un  lavoro stagionale. (Unionturismo news) 

red.eco.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore