/ Aosta Capitale

Aosta Capitale | 04 giugno 2022, 15:26

Aosta: Targhe in ricordo delle Vittime innocenti delle mafie per tigli piantumati in via Lexert

La posa per iniziativa di Valle Virtuosa e MIA in programma mercoledì 8 giugno alle ore 16.30

Uno dei tigli che ricorderanno le vittime innocenti della mafia

Uno dei tigli che ricorderanno le vittime innocenti della mafia

Il progetto, promosso dal CSV Valle d’Aosta e sostenuto dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, dalla Regione Autonoma Valle d’Aosta, è stato realizzato in collaborazione con le associazioni MIA (Memoria Impegno Azione) e ISDE VdA (Medici per l’Ambiente) e la Scuola media E. Lexert.

All’epoca della cerimonia di posa degli alberi, per questioni organizzative, si erano utilizzate delle targhe provvisorie che ora verranno sostituite con quelle definitive.  

Ora verranno installate le targhe in ricordo delle Vittime innocenti delle mafie, da porre vicino agli otto tigli messi a dimora nel quartiere Cogne in via Lexert, lo scorso anno, nell’ambito del progetto “Riuso, riciclo e ...ricordo nel mio quartiere”.

Oltre ad rappresentanti di Valle Virtuosa, di MIA e di ISDE VdA sono stati invitati alcuni rappresentanti dell’Amministrazione regionale, del Comune di Aosta, del CSV VdA e della Scuola media Emile Lexert.

Gli organizzatori ringraziano tutti i docenti e i collaboratori che hanno contribuito alla realizzazione del progetto in tutte le sue iniziative, nonché la Struttura Flora e Fauna dell’Assessorato all’Agricoltura e Risorse Naturali e lo staff del Vivaio forestale regionale Abbé Henry che hanno collaborato donando gli otto tigli, e che Valle Virtuosa ha messo a dimora e monitorato affinché crescessero sani e rigogliosi.

“Un ringraziamento – sottolineano gli organizzatori - va anche all’Amministrazione comunale di Aosta per essersi fatta carico dell’apposizione delle targhe” e auspicano che l’iniziativa “rappresenti l’inizio di una serie di interventi per rinnovare ed ampliare il patrimonio arboreo della nostra città”.

C’è da augurarsi che altrettanta cura e attenzione venga posta al Parco della Rimembranza di Aosta dove campeggia l’incuria e l’abbandono.

ascova

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore