/ ATTUALITÀ ECONOMIA

ATTUALITÀ ECONOMIA | 31 maggio 2022, 10:00

Al via le domande voucher servizi di conciliazione in VDA nel periodo estivo

La misura, prevista nel Programma annuale degli interventi di politica del lavoro 2022 da parte delle famiglie con a carico figli con disabilità, prevede un finanziamento complessivo di 200mila euro

Al via le domande voucher servizi di conciliazione in VDA nel periodo estivo

Si potranno richiedere in Valle d'Aosta, fino alla data del 30 settembre, i voucher per la fruizione di servizi di conciliazione nel periodo estivo da parte delle famiglie con a carico figli con disabilità.

La misura, prevista nel Programma annuale degli interventi di politica del lavoro 2022, prevede un finanziamento complessivo di 200.000 euro.

"È possibile richiedere il voucher per i servizi di conciliazione (centri estivi e servizi analoghi) che garantiscono l'assistenza delle persone con disabilità da parte di personale qualificato -  annuncia l'assessorato regionale allo Sviluppo economicofruiti nel periodo compreso tra il 9 giugno e il 16 settembre 2022- si legge nella nota- il voucher sarà erogato a copertura delle spese sostenute fino a un importo massimo di 2.000 euro".

Possono fare richiesta le famiglie residenti in Valle d'Aosta con a carico figli con disabilità di età tra i tre e i 21 anni, nelle quali almeno un genitore è occupato con rapporto di lavoro subordinato o è un lavoratore autonomo oppure è inserito in un percorso di politica attiva del lavoro condiviso con il Centro per l'impiego.

"Dopo una prima esperienza la scorsa estate - commenta l'assessore regionale allo Sviluppo economico Luigi Bertschy - questa misura è una proposta ancora sperimentale seppur più strutturata, frutto di un lavoro di concertazione con le parti sociali coinvolte, necessaria a garantire la presenza sul mercato del lavoro dei lavoratori e delle lavoratrici con carichi di cura parentale particolarmente gravosi".

red.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore