/ Informazione economica e aziendale

Informazione economica e aziendale | 29 maggio 2022, 07:00

Risparmi e investimenti: cresce l'interesse per il trading online

Otto milioni: secondo le ultime stime sarebbero così tante le persone che in Italia hanno aperto un conto di trading online.

Risparmi e investimenti: cresce l'interesse per il trading online

Otto milioni: secondo le ultime stime sarebbero così tante le persone che in Italia hanno aperto un conto di trading online. Nel corso degli ultimi anni il dato è salito ad un ritmo incredibile, confermando la crescita dell'interesse degli italiani nei confronti degli investimenti online. I fattori che hanno portato a questo fenomeno sono davvero molti: la pandemia ha inciso, certo, ma solo come acceleratore di un processo che era cominciato ben prima. I motivi principali dell'esplosione del trading online sono altri.

Innanzitutto c'è stato un netto miglioramento delle piattaforme di negoziazione, che oggi sono molto più stabili e soprattutto più intuitive. Ha inciso anche la riduzione dell'importo dei depositi minimi iniziali, che è stato portato alla portata di qualsiasi tasca. Di sicuro ha inciso la migliore consapevolezza e la maggiore attenzione che viene finalmente riservata all'educazione finanziaria. E non possiamo dimenticarci lo sviluppo delle app di risparmio ed investimento: praticamente la metà delle decisioni finanziarie viene presa tramite smartphone.

Accesso ai mercati finanziari sempre più facile

Tutti i fattori che abbiamo elencato nell'introduzione hanno reso molto più facile l'accesso degli utenti ai mercati finanziari. Alla fine basta un computer o uno smartphone, una connessione ad internet ed un piccolissimo capitale per iniziare ad investire. Ma sarebbe un errore pensare che questi strumenti siano sufficienti da soli. Infatti, per fare trading online serve avere la giusta preparazione, individuare gli asset su cui puntare, scegliere il giusto intermediario e adottare una corretta strategia di investimento.

Parliamo di un'attività seria e regolamentata a cui tutti possono avvicinarsi, ma che può portare a risultati positivi solo se approcciata nel modo corretto. Tutto parte da una necessaria fase di studio: rispetto a qualche tempo fa la situazione è migliorata, perché gli aspiranti trader sono più attenti alla loro formazione e perché in rete è possibile trovare risorse didattiche di buona qualità, anche gratuitamente. Non serve quindi spendere una fortuna per frequentare corsi pubblicizzati da chissà quale espertone: basta selezionare le giuste risorse ed impegnarsi.

Come studiare per iniziare ad investire online

Per riuscire a navigare nel mare delle tante informazioni sul trading online presenti su internet è necessario trovare un faro che possa fare da guida. Il compito del portale corsotradingonline.net è proprio quello di aiutare gli utenti che vogliono iniziare a fare trading a muovere i loro primi passi in questo affascinante ma complesso mondo. Sul sito sono disponibili anche recensioni sulle migliori piattaforme di trading, guide sul trading e le sue mille sfaccettature, sugli investimenti in borsa, sul Forex Trading e sulle criptovalute.

Tra le altre risorse gratuite disponibili sul web spicca il corso di XTB. Può sembrare assurdo, ma spesso l'offerta didattica migliore arriva proprio dai broker, ma il motivo è semplice: solo un utente ben formato è in grado di rimanere a lungo sulle piattaforme. Un altro strumento importantissimo che i broker mettono a disposizione dei loro iscritti per migliorare la loro preparazione è il conto demo. Questa funzionalità permette di prendere confidenza con la piattaforme ed i suoi strumenti e fare pratica sullo scenario reale, ma senza rischi, perché le operazioni si fanno con soldi virtuali.

La scelta del broker e la definizione di una strategia di trading online

E a proposito di broker, è importante ribadire l'importanza che può assumere la scelta del proprio intermediario di riferimento. In Italia operano tanti broker: ovviamente vanno scelti solo intermediari regolamentati, ma la decisione deve essere presa anche in base ad altri fattori, come le tipologie ed il numero di asset negoziabili, i costi, gli strumenti ed i servizi disponibili, l'intuitività della piattaforma e così via. Tra i broker più apprezzati dagli utenti italiani è possibile menzionare eToro, XTB, Capex.com, Plus 500, Markets.com e Trade.

Una volta superata la fase di studio, scelto il broker e fatto pratica sul conto demo, arriva il momento di fare sul serio. Ma prima di iniziare ad investire non sarebbe una cattiva idea elaborare una strategia, dandosi delle regole da seguire quando sui mercati si verificano determinate situazioni. La disciplina è fondamentale per tenere sotto controllo il rischio e per non farsi trascinare dalle emozioni del momento. Chi sceglie eToro può anche sfruttare la funzionalità di Copy Trading per copiare gli operatori più bravi ed esperti.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore