/ FEDE E RELIGIONI

FEDE E RELIGIONI | 10 maggio 2022, 18:00

Demain mercredi 11 mai sainte Estelle, sainte Marmet saint Constantin

Maria infiori e profumi la tua anima di sempre nuove virtù e ponga la sua mano materna sul tuo capo. Tieniti sempre più stretta alla Mamma Celeste, perché essa è il mare attraverso cui si raggiungono i lidi degli splendori eterni nel regno dell'aurora. (San Padre Pio da Pietrelcina)

Demain mercredi 11 mai sainte Estelle, sainte Marmet saint Constantin

AGENDA DEL VESCOVO DI AOSTA MONS. FRANCO LOVIGNANA

Mercoledì 11 maggio
Lanusei - mattino
Ritiro del Clero

Giovedì 12 maggio
Nuoro - mattino
Ritiro del Clero

Venerdì 13 maggio
Vescovado - ore 17.00
Incontro con i Cresimandi delle Parrocchie di Chesallet e Sarre

Sabato 14 maggio
Cattedrale - Pont Suaz - ore 6.00
Pellegrinaggio mensile a N.-D. de Pitié

Vescovado - mattino
Incontro con Ordo Virginum

Chiesa parrocchiale di Roisan - 18.00
S. Cresime

Domenica 15 maggio
Chiesa parrocchiale di Antagnod - ore 9.30
S. Cresime

Chiesa parrocchiale di Champoluc - ore 11.00
S. Cresime

Chiesa parrocchiale di Cogne - ore 18.00
S. Cresime

LE MESSAGER RICORDA sainte Estelle, sainte Marmet saint Constantin

La Chiesa celebra  Santa Stella (Eustella) Martire

La santa è di origine francese, dove è chiamata Estelle o Eustelle e venerata nel Saintouge (regione storica della Francia occidentale a nord della Gironda, oggi compresa nel dipartimento di Charente-Maritime).

Eustella era figlia di un funzionario del pretore delle Gallie nel III secolo; fu convertita al cristianesimo da s. Eutropio (30 aprile), vescovo do Saintouge e quando il santo vescovo subì il martirio mediante decapitazione, Eustella ne raccolse il corpo e lo seppellì.

Era un compito pietoso che tutti i cristiani praticavano per i loro martiri, anche a rischio di essere arrestati e uccisi.

Poi come l’agiografia aurea dei santi martiri, narra per varie fanciulle e giovani martiri dei primi secoli, anche per Eustella fu il padre, rimasto pagano, a farla morire poco dopo, sembra anch’essa decapitata. Sul luogo del martirio scaturì una sorgente d’acqua; la festa si celebra l’11 maggio.

In lingua provenzale il suo nome Eustelle significa ‘Stella’, per questo alcuni celebri poeti francesi, quando fondarono nel 1854 il “Félibrige” (Movimento letterario tendente a valorizzare la poesia e la prosa in lingua occitanica), la considerarono loro patrona, adottando come emblema una stella con sette raggi.

ll sole sorge alle ore 5,58 e tramonta alle ore 20,44

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore