/ Salute in Valle d'Aosta

Salute in Valle d'Aosta | 12 marzo 2022, 09:00

Al via il percorso per la stesura di una Carta Della Salute Globale

Salute e benessere, ambiente e giustizia sociale i tre temi centrali della Carta

Maria GRazia Vacchina

Maria GRazia Vacchina

Promossa da Cittadinanzattiva e proposta da Cittadinanzattiva Valle d’Aosta ai competenti Organi della Regione Autonoma Valle d’Aosta nell’ambito del Piano Regionale per la Salute e Benessere Sociale 2022-2025  in divenire anche con il contributo di CA VdA.  Salute e benessere, ambiente e giustizia sociale i tre temi centrali della Carta.

Indicare gli impegni comuni di istituzioni e cittadini nel perseguire l’obiettivo della salute globale definita dall’OMS come “diritto umano fondamentale, nel quale salute e malattia sono considerate risultati di processi non solo biologici ma anche economici, sociali, politici, culturali e ambientali, trascendendo e superando le prospettive, gli interessi e le possibilità delle singole nazioni”: questo l’intento della CARTA DELLA SALUTE GLOBALE, promossa da Cittadinanzattiva, che prende il via in queste settimane e sarà presentata entro la fine del 2022.

"Il lavoro - spiega Maria Grazia Vacchina, Segretaria Cittadinanzattiva VdA - è partito da una indagine svolta da Cittadinanzattiva a livello europeo, grazie alla rete Active Citizenship Network, tra cittadini ed associazioni di 24 Paesi per sondare il livello di consapevolezza e di percezione in materia di salute globale: accesso alla salute per tutti i cittadini (76,7%), lotta alle disuguaglianze sociali (61,4%), benessere psicofisico (51,4%), equa distribuzione della ricchezza (36,5%), ricerca della sostenibilità (22%) sono i cinque temi che i cittadini europei indicano come prioritari per una strategia che garantisca la salute globale. Più della metà afferma che la pandemia ha cambiato in modo decisivo priorità personali e modo di agire e ritiene che il singolo abbia un peso decisivo per la tutela dell’ambiente, mentre alle istituzioni attribuisce rilevante responsabilità in tema di prevenzione della salute psicofisica dei cittadini".

La pandemia ha reso evidente il legame tra salute e ambiente e la connessione tra i livelli socio-economici-culturali e lo stato di salute psicofisica dei cittadini, così come il  peso delle disuguaglianze nel raggiungimento degli obiettivi di salute da garantire per tutti. “La Carta della Salute globale – commenta Maria Grazia Vacchina, Segretaria Cittadinanzattiva VdA - vuole essere uno strumento volto a proteggere diritti e a garantire impegni esigibili per virtuosa sinergia tra cittadini ed istituzioni in ogni contesto e territorio, nell’ottica generale della Dichiarazione Universale dei diritti dell’uomo e specifica della Carta europea dei diritti del malato promossa da Cittadinanzattiva e nella prospettiva dell’Agenda 2030, cui confidiamo voglia portare un determinante contributo il Piano  regionale per la salute e il benessere sociale 2022-2025 della Valle d’Aosta in itinere con il contributo sinergico del Volontariato e, più in generale, del Terzo Settore, richiesto con valenza esemplare dai competenti Organi regionali”.

veyl

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore