/ TRADIZIONI E CULTURA MONDO RURALE

TRADIZIONI E CULTURA MONDO RURALE | 22 gennaio 2022, 09:00

La Foire 2022 sarà la Festa di Primavera

Martedì la decisone sulla possibile data per la rassegna campione dall’artigianato valdostano. Oltre 700 artigiani già iscritti alla Foire del 30 e 31 gennaio si sono dichiarati favorevoli al rinvio

Guido Diemoz, artigiano scultore di Doues con una sua grande opera

Guido Diemoz, artigiano scultore di Doues con una sua grande opera

E’ stato effettuato un sondaggio tra i circa 1000 gli artigiani iscritti alla Foire de Saint’Ours che avrebbe dovuto svolgersi il 30 e 31 gennaio, ma che causa covid è stata rinviata. Quasi tutti gli artigiani si sono detti d’accordo al rinvio della Fiera.

Si è detto favorevole al rinvio circa l’80 per cento degli iscritti , di cui  la maggioranza  appartiene al settore tradizionale (circa 650). Anche l’85 per cento circa degli iscritti all’Atelier des Métiers (69) si è detto favorevole al rinvio. Analoga consultazione è tutt’ora in corso presso le imprese del settore enogastronomico e i riscontri finora pervenuti sono positivi.

Considerato che per il secondo anno consecutivo la pandemia ha impedito lo svolgimento della millenaria in presenza degli artigiani e dei visitatori, comportando  un grave danno non solo al settore dell’artigianato valdostano di tradizione ma in generale al sistema economico-produttivo e socio-culturale della Valle d’Aosta, la Giunta ha deciso di posticipare la manifestazione a data da definirsi, in un periodo compreso tra metà marzo e metà aprile, laddove le condizioni sanitarie e normative lo consentano.

E martedì dovrebbe essere decisa la nuova data; presumibilmente nel mese di aprile. Forse in concomitanza del 25 aprile. Ancora poche ore è si saprà tutto. Comunque sia, covid permettendo, se si farà la Foire de Saint Ours sarà anche il primo Festival de Printemp.

*****

La Foire è’ la festa più attesa dell’anno in Valle d’Aosta, la Fiera di Sant’Orso mescola orgoglio, senso di appartenenza e forte legame con il territorio. Come ogni anno, la celebrazione dell’artigianato più antica di tutta la regione si prepara ad animare le vie di Aosta e di Donnas: è la 1019° edizione, la Foire de Saint-Ours ed è un modo per toccare con mano il legame profondo tra la Valle d’Aosta e le sue persone che, in questa occasione così speciale, raccontano la loro arte attraverso le personali storie di famiglia e i segreti più reconditi dei loro mestieri.

pi.mi.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore