/ Governo Valdostano

Governo Valdostano | 21 gennaio 2022, 13:41

Progetto pilota per la rigenerazione culturale, sociale ed economica dei borghi a rischio abbandono o abbandonati

I Comuni che intendono partecipare alla selezione possono candidare un solo borgo e una sola idea progettuale attraverso la Manifestazione di interesse e la Scheda Progetto di cui agli allegati all’Avviso

Progetto pilota per la rigenerazione culturale, sociale ed economica dei borghi a rischio abbandono o abbandonati

Si tratta di una strategia che si inquadra all’interno dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile e converge in particolare con gli obiettivi 8 e 11, rispettivamente volti a incentivare una crescita economica duratura, inclusiva e sostenibile, un’occupazione piena e produttiva e un lavoro dignitoso per tutti (ob. 8) e a rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili (ob. 11).

L’intervento sostiene la realizzazione di un progetto di carattere esemplare in ciascuna Regione e Provincia autonoma, ciascuno per un importo pari a 20 milioni di euro, finalizzato al rilancio economico e sociale di un borgo disabitato o comunque caratterizzato da un avanzato processo di declino e abbandono per il quale si preveda un progetto di recupero e rigenerazione che integra le politiche di salvaguardia e riqualificazione dei piccoli insediamenti storici con le esigenze di rivitalizzazione e rifunzionalizzazione degli stessi.

L’avviso pubblico mira a identificare il progetto di carattere esemplare relativo a un borgo nel territorio valdostano. Il progetto deve riguardare un solo borgo costituito da un piccolo insediamento storico che ha mantenuto la riconoscibilità della struttura insediativa storica e la continuità dei tessuti edilizi storici e non deve superare, di norma, le 300 unità abitative.

Il progetto è finalizzato alla realizzazione di una iniziativa unitaria, gestita da un soggetto attuatore pubblico, che consenta l’insediamento di nuove funzioni, infrastrutture e servizi nel campo della cultura, del turismo, del sociale, della ricerca, della formazione  in grado di costituire occasione di rilancio occupazionale, in particolare per le nuove generazioni, e di promozione di una rinnovata attrattività residenziale.

I Comuni che intendono partecipare alla selezione possono candidare un solo borgo e una sola idea progettuale attraverso la Manifestazione di interesse e la Scheda Progetto di cui agli allegati all’Avviso, con documenti in formato pdf, entro il 25 febbraio 2022, alle ore 13.00, all’indirizzo PEC dell’Assessorato beni culturali, turismo, sport e commercio: cultura@pec.regione.vda.it.

Ai fini della candidatura, la proposta, definita prevalentemente attraverso una co-progettazione pubblico-privata, deve essere sostenuta da uno studio di fattibilità che espliciti la realizzabilità e sostenibilità tecnico-urbanistica, economico-finanziaria e giuridico-amministrativa dell’iniziativa.

I Comuni proponenti di ciascuna proposta individuano il soggetto attuatore al quale vengono delegate le responsabilità gestionali e attuative dell’intervento. Il soggetto attuatore è il soggetto pubblico che si impegna con il Ministero e la Regione a realizzare il progetto.

La Giunta regionale, con proprio provvedimento, definirà la composizione di apposito Nucleo di Valutazione per la disamina e la valutazione dei progetti.

Le Regioni entro il 15 marzo 2022 presenteranno al Ministero della Cultura (MiC), d’intesa con il Comune, la proposta selezionata del Progetto di rigenerazione sociale ed economica di un borgo storico, la cui strategia sia coerente con le Linee di indirizzo e con le linee di sviluppo regionali.

Alla presentazione delle candidature seguirà una fase negoziale condotta da una Comitato tecnico, istituito dal MiC alla quale partecipano, oltre al MiC, un rappresentante delle Regioni, un rappresentante dell’ANCI e un rappresentante delle Associazioni che fanno parte del “Comitato Nazionale dei Borghi”.

L’Assessorato dei Beni culturali, Turismo, Sport e Commercio comunica che la Giunta regionale, nel corso della riunione di lunedì 17 gennaio 2022, ha recepito le Linee di indirizzo sulle modalità attuative dell’intervento 2.1 “Attrattività dei Borghi”, M1C3 Turismo e Cultura del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), trasmesse dal Ministero della Cultura (MiC) e pubblicherà sul sito istituzionale della Regione l’Avviso pubblico ai Comuni della Valle d’Aosta per la manifestazione d’interesse finalizzata alla selezione di un progetto pilota per la rigenerazione culturale, sociale ed economica dei borghi a rischio abbandono o abbandonati.

L’Avviso fa riferimento alla componente 2. “Rigenerazione di piccoli siti culturali, patrimonio culturale religioso e rurale” e in particolare alla Linea A -  “Progetti pilota per la rigenerazione culturale, sociale ed economica dei borghi caratterizzati da un indice di spopolamento progressivo e rilevante”, il cui obiettivo è di aumentare l’attrattività delle aree prese in considerazione e rafforzare l’identità delle destinazioni meno note, aumentare la resilienza delle comunità locali, anche attivando il loro diretto coinvolgimento.

ascova

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore