/ CRONACA

CRONACA | 19 gennaio 2022, 18:15

Accordo tra l’Usl valdostana e la clinica Saint-Pierre per supportare l’ospedale Parini

Accoglierà venti pazienti lungodegenti negativi al covid

Accordo tra l’Usl valdostana e la clinica Saint-Pierre per supportare l’ospedale Parini

La richiesta di mettere di nuovo a disposizione letti per pazienti positivi al Covid è stata respinta dall'azienda. Ma la clinica di Saint-Pierre gestita dall'Isav accoglierà da domani un massimo di venti pazienti lungodegenti negativi al Covid come supporto all'ospedale regionale Umberto Parini, in cui la pressione dei ricoveri per il nuovo coronavirus continua a salire, soprattutto nei reparti ordinari.

L'accordo tra la presidenza della Regione Valle d'Aosta, l'assessorato alla Sanità, l'Usl e l'Isav è stato definito oggi. "Sarà possibile incrementare i posti per i pazienti Covid positivi al Parini, senza ulteriori riduzioni dei servizi per gli altri pazienti", spiega l'Usl in una nota.

"Intendo esprimere grande soddisfazione per la rapida ed efficace definizione di questo accordo- dice il direttore generale dell'Usl Massimo Uberti- il cui esito contribuisce alla gestione dei posti letto per i pazienti ospedalieri e permette di disporre di ulteriori posti per i pazienti Covid positivi gravando quanto meno possibile sulle strutture del Parini. Condivido con il presidente Erik Lavevaz e con l'assessore Roberto Barmasse, presenti all'incontro di oggi, il più sentito ringraziamento alla direzione dell'Isav".

Redazione cronaca

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore