/ ATTUALITÀ ECONOMIA

ATTUALITÀ ECONOMIA | 14 gennaio 2022, 11:00

Situazione drammatica per agenzie viaggi e tour operator

Le continue restrizioni ed i fermi stanno aggravando la situazione. Con la ripresa così alta dei contagi, alberghi, strutture ricettive, agenzie viaggi hanno subito un ulteriore crollo del fatturato

Chiara Fabbri

Chiara Fabbri

“Aspettando il nuovo decreto  sul tavolo del governo per approvazione, (proroga cassa integrazione, erogazioni nuovi ristori per assenza fatturato)  le Agenzie Viaggi, insieme ai Tour Operator si ritrovano in una situazione drammatica,  nuovamente fermi a seguito delle continue restrizioni e lontanissimi dalla possibilità che il  turismo  possa tornare alla normalità . 

Con la ripresa così alta dei contagi, alberghi, strutture ricettive, agenzie viaggi hanno subito un ulteriore crollo del fatturato. Tantissime le cancellazioni effettuate nelle ultime tre settimane seguito casi di posività al PCR molecolare, richiesto per le partenze verso la maggior parte delle destinazioni aperte al turismo.

“Purtroppo le misure proposte nel nuovo decreto – commenta Chiara Fabbri Presidente Fiavet VdA -  non permetteranno certo al comparto del turismo di ripartire, ma serviranno per cercare di mantenere almeno i  posti di lavoro (parliamo di un’eventuale proroga della Cig Covid).

“Determinante – ribadisce Chiara Fabbri -  sarebbe togliere il divieto per viaggi TURISTICI nella stragrande maggioranza dei paesi esteri. Fortissimo calo anche per gli ingressi in Italia dall’Estero”.

Continuano ad essere troppo pochi i corridoi di viaggio aperti ( Maldive, Mauritius, Seychelles, Aruba, Santo Domingo, Sharm el Sheik, Marsa Alam) fruibili anche per chi è in non è in possesso del green pass rafforzato.

“A gran voce – conclude la Presidente Fiavet VdA-  chiediamo di poter LAVORARE, mantenendo l’occupazione dei dipendenti e ricominciando a regalare emozioni tipiche di chi ama viaggiare.”

red. eco.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore