/ CRONACA

CRONACA | 30 novembre 2021, 20:19

Salto in alto dei contagi che sfiorano quota 90

RISALITA CASI COVID – SI STA FACENDO QUANTO NECESSARIO? Lo chiedono Augusto Rollandin e Marco Carrel di Poue l’Autonomie Covid Italia, oggi 12.764 casi e 89 morti. Scuola, dietrofront del governo, niente quarantena con un caso positivo: ultime notizie e bollettino

Salto in alto dei contagi che sfiorano quota 90

Su 284 casi testati nelle ultime 24 ore in Valle d'Aosta, sono stati rilevati 89 nuovi positivi e 41 guariti. Lo riporta il bollettino di aggiornamento diffuso dalla Regione sulla base dei numeri forniti dall'Usl. Gli attuali positivi salgono a 676, di cui 654 sono in isolamento domiciliare. Sono 22 i ricoverati all'ospedale Parini di Aosta, 21 nei reparti ordinari e uno in terapia intensiva.

Dal confronto con i dati di un anno fa, emerge che il 30 novembre 2020 i positivi al Covid 19 erano 1.317, circa il doppio rispetto a quelli attuali, di cui 124 ricoverati in terapia ordinaria e 11 in terapia intensiva. I tamponi effettuati erano stati 575 (oggi sono 3.502) con un tasso di positività dell'8,1% (oggi ridotto al 2,5%). Allora i vaccinati erano zero, oggi sono 89.311.

RISALITA CASI COVID – SI STA FACENDO QUANTO NECESSARIO?

La situazione preoccupa Pour l’Autonomie che con un’interrogazione, tornano nuovamente a parlare di Covid-19, dopo che a più riprese durante questa legislatura si sono occupati del tema, con particolare attenzione all’organizzazione della stagione sciistica in periodo di pandemia, evidenziando diversi problemi e proponendo alcune soluzioni – come ad esempio quella dei tamponi rapidi da effettuarsi anche nell’ambito di altre strutture oltre a quelle autorizzate – che sono state poi adottate dal Governo regionale.

Ad oggi l’argomento risulta ancor più di stringente attualità per la viva preoccupazione che suscitano nella comunità valdostana le ventilate ipotesi di nuove restrizioni future da applicarsi su tutto il territorio nazionale.

« Dopo un anno e mezzo di chiusura forzata, solo ora il tessuto economico e sociale valdostano sta dando cenni di ripresa» precisa il Consigliere Carrel che continua «il rinnovarsi dell’emergenza sanitaria da un lato e dell’emergenza economico-sociale dall’altro, sarebbe disastroso per la nostra Regione che si ritrova anche a dover fare i conti con la riduzione del mercato e del turismo esteri a seguito all'inasprimento delle misure di contenimento entrate in vigore in altre Nazioni come la Germania, l'Austria e l'Olanda».

In particolare Pou l’Autonomie chiede al Presidente della Regione come si intenda comportarsi fattivamente in relazione ai turisti che risultino positivi durante le loro vacanze nelle nostre valli e alle strutture ricettive locali che li hanno ospitati.

Scuola, dietrofront del governo: regole Covid non cambiano, niente quarantena con un caso positivo

Nuovo dietrofront del governo sul delicato tema scuola. Smentita la circolare di ieri che prevedeva un ritorno alla quarantena con un contagio Covid in classe. Restano in vigore i nuovi protocolli. Nel frattempo la struttura del commissario straordinario per l’emergenza Covid-19 del generale Figliuolo intensificherà le attività di testing nelle scuole, al fine di potenziare il tracciamento. Garantire la partecipazione in presenza e lo svolgimento delle lezioni a scuola in assoluta sicurezza è una priorità del Governo.

ascova

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore