/ Salute in Valle d'Aosta

Salute in Valle d'Aosta | 29 novembre 2021, 22:23

Nuove disposizioni regionali per erogazione dispositivi medici a pazienti diabete mellito

La Giunta regionale, nella seduta di lunedì 29 novembre, ha approvato le indicazioni all’Azienda USL della Valle d’Aosta per l’erogazione dei dispositivi medici per i pazienti affetti da diabete Mellito

Nuove disposizioni regionali per erogazione dispositivi medici a pazienti diabete mellito

Sono state aggiornate le disposizioni regionali in materia, alle quali dovranno essere confermati i documenti e le procedure operative poste in capo alle strutture competenti dell’Azienda USL della Valle d’Aosta e al contempo si forniscono le indicazioni all’Azienda USL per l’erogazione uniforme dei livelli essenziali di assistenza, garantendo, contestualmente, la qualità delle cure e il monitoraggio della spesa.

Le indicazioni approvate portano l’attenzione su tutte le fasi di dispensazione dei dispositivi medici per questa categoria di assistiti, da quelle organizzativo-gestionali, quali le modalità di approvvigionamento, a quelle clinico-assistenziali, quali i criteri clinici per la prescrizione e l’erogazione dei dispositivi necessari per un appropriato e personalizzato trattamento e monitoraggio dei pazienti. Infatti, una diagnosi e presa in cura precoce ed efficace degli assistiti oltre a ridurre la frequenza di eventuali complicanze successive della patologia e apportare benefici al paziente, favorisce, dal punto di vista del Servizio sanitario regionale, una riduzione della domanda di prestazioni successive e una diminuzione dei costi per le cure degli assistiti con patologia cronica.

Le procedure di acquisto dei dispositivi medici da parte dell’Azienda USL dovranno avvenire nel rispetto della normativa vigente, garantendo la continuità terapeutica degli assistiti, nonché i requisiti di qualità dei dispositivi acquistati, secondo gli standard di cura e le indicazioni elaborate e aggiornate dalle società scientifiche di riferimento per tale patologia.

Spetterà poi all’Azienda USL Valle d’Aosta la predisposizione di un documento che descriva i soggetti candidabili con riferimento sia all’età pediatrica, sia a quella adulta, per ogni dispositivo medico, nonché l’aggiornamento periodico del documento, provvedendo alla relativa pubblicazione sul sito internet aziendale.

Con le indicazioni regionali approvate oggi, - spiega l’Assessore alla Sanità, Roberto Alessandro Barmasse, - abbiamo voluto introdurre due elementi di grande novità: il primo riguarda l’erogabilità anche di dispositivi medici in regime di lea aggiuntivi regionali, laddove, su richiesta dei pazienti, ne sia comunque attestata la necessità e la congruità da parte dei clinici; il secondo è relativo alla partecipazione attiva delle Associazioni dei pazienti a periodiche occasioni di confronto volte a rilevare le istanze e i bisogni, condividerne le soluzioni e, più in generale, approfondire gli aspetti connessi alla cura degli assisti con diabete mellito.”

Si tratta di un ulteriore passo avanti verso i pazienti e le loro necessità, - dichiara l’Assessore -. Il diabete mellito è una patologia che, seppure a vari livelli, interessa circa 6.000 persone delle quali il 10% circa affette da diabete di tipo 1 e che richiede un monitoraggio continuo delle condizioni di chi ne è affetto. La pandemia ha dato un forte impulso l’impiego delle tecnologie, che permettono di garantire sempre nuovi dispositivi, caratterizzati da standard di qualità elevati che migliorano il trattamento del diabete. In questo nuovo scenario le società scientifiche stanno lavorando per favorire l’interazione tra medico, paziente e dispositivi medici così da permettere un intervento più mirato e personalizzato.”

ascova

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore