/ FEDE E RELIGIONI

FEDE E RELIGIONI | 17 novembre 2021, 00:10

Oggi mercoledì 17 novembre sainte Elisabeth de Hongrie

"La famiglia non è la somma delle persone che la costituiscono, ma una “comunità di persone”. E una comunità è di più che la somma delle persone. È il luogo dove si impara ad amare, il centro naturale della vita umana. È fatta di volti, di persone che amano, dialogano, si sacrificano per gli altri e difendono la vita, soprattutto quella più fragile, più debole”. (Papa Francesco)

Oggi mercoledì 17 novembre sainte Elisabeth de Hongrie

AGENDA DEL VESCOVO DI AOSTA MONS. FRANCO LOVIGNANA

Fino a Venerdì 19 novembre
Spotorno
Esercizi spirituali della C.E.P.

Sabato 20 novembre
Oratorio di Saint-Vincent - ore 9.00-13.00
Convocazione zonale dell'Assemblea diocesana (Zona 4)

Chiesa parrocchiale di Gressoney-Saint-Jean - ore 18.30
S. Cresime per le parrocchie di Gressoney-Saint-Jean e Gressoney-La-Trinité

Domenica 21 novembre
Chiesa parrocchiale di Maria Immacolata - ore 15.00
S. Cresime

Lunedì 22 - giovedì 25 novembre
Roma
Assemblea straordinaria della Conferenza Episcopale Italiana

Venerdì 26 novembre
Vescovado - mattino
Udienze

Chiesa parrocchiale di Morgex - 20.30
Veglia di preghiera con i giovani in preparazione al Natale

Sabato 27 novembre
Casa Circondariale di Brissogne - ore 11.00
Benedizione statua della Madonna

Chiesa Collegiata di Sant'Orso - ore 15.00
S. Cresime

Domenica 28 novembre
Cattedrale - ore 10.30
S. Cresime degli adulti

Chiesa parrocchiale di Maria Immacolata - ore 15.00
S. Cresime

Le Messager Valdotain ricorda sainte Elisabeth de Hongrie

La Chiesa celebra  Sant' Elisabetta d'Ungheria Religiosa

Figlia di Andrea, re d'Ungheria e di Gertrude, nobildonna di Merano, ebbe una vita breve. Nata nel 1207, fu promessa in moglie a Ludovico figlio ed erede del sovrano di Turingia. Sposa a quattordici anni, madre a quindici, restò vedova a 20. Il marito, Ludovico IV morì ad Otranto in attesa di imbarcarsi con Federico II per la crociata in Terra Santa. Elisabetta aveva tre figli. Dopo il primogenito Ermanno vennero al mondo due bambine: Sofia e Gertrude, quest'ultima data alla luce già orfana di padre. Alla morte del marito, Elisabetta si ritirò a Eisenach, poi nel castello di Pottenstein per scegliere infine come dimora una modesta casa di Marburgo dove fece edificare a proprie spese un ospedale, riducendosi in povertà. Iscrittasi al terz'ordine francescano, offrì tutta se stessa agli ultimi, visitando gli ammalati due volte al giorno, facendosi mendicante e attribuendosi sempre le mansioni più umili. La sua scelta di povertà scatenò la rabbia dei cognati che arrivarono a privarla dei figli. Morì a Marburgo, in Germania il 17 novembre 1231. È stata canonizzata da papa Gregorio IX nel 1235.

Il sole sorge alle ore 7, 26 e tramonta alle ore 16,50

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore